Il tempo vola: Playlist sul viaggio

Hey kids, rock and roll / Nobody tells you where to go, baby

Foto di Ilaria Assenza

Scritto da Valerio S. il 14 ottobre 2019
Aggiornato il 20 settembre 2019

Le canzoni sul viaggio sono sicuramente le più adatte per viaggiare. Lo dicono la tautologia e il pensiero razionale. Hai presente quelle tracce da ascoltare a volume criminale col capello al vento, lo sguardo di sfida nei confronti della vergogna e il gomito fuori dal finestrino? Ecco, il più delle volte parlano di fuga, evasione, libertà.
Gestire la colonna sonora di una partenza è una questione delicatissima e mai banale: per questo motivo ti suggeriamo alcuni titoli, assolutamente non richiesti, per affrontarne la compilazione in vista della tua prossima gita fuoriporta.

Country road, take me home – John Denver
Un grande classico country folk ambientato tra le strade di campagna e i paesaggi della Virginia Occidentale. Il suo mantra rimanda alla nostalgia di casa. Quella casa rurale nel profondo sud della costa orientale americana, abbandonata tra spighe di grano e piantagioni di tabacco da masticare. La tua casa. Sì, anche se vieni da Cosenza o da Busto Arsizio.

Drive – Rem
La meravigliosa ballatona con cui si apre Automatic for the People è un inno alla libertà intesa nel suo senso più lato. “Hey kids, rock and roll / Nobody tells you where to go, baby”. Però ti prego metti almeno 5 euro di benzina quando rientri, perché tuo padre domattina deve andare a lavorare presto, altrimenti poi chi lo sente?

Don’t Stop Believing – Journey
Non propriamente una canzone sul viaggio, ok, ma il nome della band sta lì appositamente per confondere le acque. E poi va detto che ascoltare questo capolavoro di straordinaria tamarraggine eighties ti mette le ali più di una Red Bull, il che lo rende adatto per ogni tipo di volo, anche quello più pindarico.

Kokomo – Beach Boys
Indossa il costume con il miglior allevamento intensivo di fenicotteri stampato sopra, afferra una piña colada, buttaci sopra due ombrellini en pendant e seguici senza pensarci troppo, perché si va al mare. Aruba, Jamaica, Bermuda o Bahama poco importa, basta che ci sbrighiamo ché lunedì mattina alle 8 ho una call importante e vorrei evitare il traffico da rientro.

California Dreaming – The Mamas and the Papas
Inserito all’ottantanovesimo posto tra le 500 migliori canzoni di tutti i tempi secondo la rivista specializzata statunitense Rolling Stones, questo capolavoro di armonia e controcanto rappresenta la perfetta colonna sonora per un road trip sulla West Coast, ma resta comunque un ascolto apprezzabilissimo anche nel caso di un weekendino sul lungomare di Ladispoli.

Across the Universe – The Beatles
Etereo, sognante, cosmico, trascendentale. Questo pezzo è già di per sé un viaggio. Nel 2008 la Nasa ne ha celebrato i 40 anni spedendolo nello spazio. Come? Facile, trasmettendolo in direzione Stella Polare a 431 anni luce di distanza. Se hai in programma un giretto su Marte, questa canzone non potrà restare fuori dalla tua playlist.

The Passenger – Iggy Pop
Il buon caro vecchio Iggy lo aveva capito in tempi non sospetti che quando si beve è meglio non guidare. Essere passeggero, soprattutto di un bel volo in business class, è una delle esperienze più gratificanti nella vita. Con questo pezzo nelle orecchie e un servizio bar a tua completa disposizione poi, be’, lo è molto ma molto di più.

Around The World – Daft Punk
Il giro del mondo in musica più famoso di sempre, continuo e ossessivo come il rombo di un aereo, dolce come un check-in prioritario. Quando si viaggia la sicurezza viene sempre prima di tutto, quindi allaccia il casco e inizia a ballare come un improbabile robot ubriaco. Ti sentirai molto meglio! Preso appunti? Bene, ora non resta che partire. Che la meta sia il tabaccaio sotto casa o una destinazione esotica a millemila chilometri di distanza, poco importa. Premi play e goditi il tuo viaggio!