Intersezioni Manifèsto 2020

La compilation che riunisce 27 produttori elettronici da tutta la penisola

Scritto da Eric Fiorentino il 21 maggio 2020
Aggiornato il 19 settembre 2020



È palese, chiaro ed evidente che la scena artistica italiana debba comunicare unita a gran voce i propri bisogni e reclamare i propri spazi, intersecando le necessità individuali in quelle collettive e sociali. Come in questa occasione con la nuova compilation “Manifèsto 2020” pensata dal collettivo milanese Intersezioni che raccoglie 27 brani di altrettante personalità diverse, rafforzando il loro legame culturale. Produttori, impegnati nella scena italiana della musica elettronica e provenienti da tutta la nostra penisola, manifestano il loro grido di vita grazie al suono, questa sensazione potentissima capace di far vibrare corpi a chilometri di distanza. Premendo play sentiremo propagare nell’aria odori che dall’ambient passano alla techno, intrecciandosi con sapori downtempo, low-fi, electro, break-beat.

Intersezioni nasce nel 2015 all’interno delle classi di musica elettronica del Conservatorio G.Verdi di Milano e racchiude un gruppo di dj, elettronici informatici, musicisti e performers dell’ambiente accademico. Esplorando le diverse realtà musicali contemporanee, tra le quali quella della club culture, la scena rave e la stessa musica contemporanea, è nata la volontà di imparare da ognuna di esse, di valorizzare ogni singola “intersezione” che quotidianamente si presenta, mantenendo sempre un occhio critico e un proposito qualitativo. Intersezioni è un concetto, un esperimento, un evento, un etichetta discografica, un team che si impegna a connettere e valorizzare il mondo della musica elettronica a 360°.