La fonderia Battaglia va a Lambrate

Proprio quando il destino di via Ventura sembrava segnato, arriva la nuova sede

Scritto da Lucia Tozzi il 14 gennaio 2019
Aggiornato il 17 gennaio 2019

Prima se ne era andata la rivista Abitare (più a est, tra Crescenzago e la folle cupola del San Raffaele), poi il crudele abbandono di Ventura Lambrate al Salone (che nel 2019 addirittura ha scelto l’ovest di Zona Tortona, nella sede di BASE), infine quella che sembrava la pietra tombale: la galleria Massimo De Carlo fa fagotto e si trasferisce in Viale Lombardia, nell’edificio sontuoso di Portaluppi. Resta a presidiare la bella galleria Francesca Minini, ma insomma, l’atmosfera era cupa e depressa e via Ventura avviata al declino.

Fa quindi scalpore la Fonderia Battaglia che lascia via Stilicone, di fronte a Lia Rumma e proprio dietro allo Scalo Farini prossimo venturo, su cui si addensano i sogni di tutti gli architetti di Milano, con i nuovi parchi, l’accademia di Brera, il quartiere Sarpi a un passo e la linea lilla M5 che porta visitatori, per portare baracca e burattini a via Oslavia 17!

La Nuova Battaglia racchiuderà sotto lo stesso tetto la Fonderia artistica, le Attività culturali di Battaglia e quelle di CURA.: il Battaglia Foundry Sculpture Prize e tutti i progetti di Design, Restauro, Open Studio e KURA.

In bocca al lupo e complimenti per la coraggiosa scelta.