La nuova cocktail list dell’Harp Pub Guinnes diventa d’asporto

L'aperitivo d'asporto ti permette di portare via i nuovi cocktail estivi dell'Harp Pub Guinness. Riceverai un’elegante scatola griffata Harp Pub Guinness che potrai portare con te sulla panchina all’aperto o sul prato al sole.

Scritto da Alessia Musillo il 10 luglio 2017
Aggiornato il 28 marzo 2018

«Se succede qualcosa di brutto
si beve per dimenticare.
Se succede qualcosa di bello
si beve per festeggiare;
e se non succede niente
si beve per far succedere qualcosa»

Le liste dei pub che cominciano con una citazione letteraria mi fanno impazzire. Ancora di più se la citazione è di Bukowski – lui sì che la sapeva lunga su come vivere la vita.
La nuova lista dell’ Harp Pub Guinness si apre così, una bella preview di quello che accade, o che potrebbe accadere, quando le pagine del nuovo menù si sfogliano una dietro l’altra.
Vecchie conferme e nuovi ingressi. Li distinguo così i cocktail in lista. Il primo fra tutti cattura la mia attenzione: Riccanza – cognac, sciroppo di vaniglia, Angostura bitter, chocolate bitter, caffè ristretto – si può bere all’inizio di una lunga maratona o alla fine, specie se la maratona è alcolica. Il cocktail è stato ideato per la maratona dei barman alla festa dei nostri vent’anni, per chi non la ricordasse – NB. Se non ricordi vuol dire che ti sei divertito – mi riferisco alla sagra di città che abbiamo organizzato nel gennaio 2017, per celebrare vent’anni di storia di Milano. Quella sera Riccardo Corbetta, gentilmente impettito come solo un barman di classe sa fare, si schierò alla sua postazione firmando questo mixing celestiale che fece girare le teste di centinaia di persone. Adesso il drink troneggia fiero in cima alla lista, con l’ambizione di ricordare l’irricordabile – ché senza ricordo non c’è futuro.

harp pub guiness

Segue un cocktail leggero ma pungente, a base dell’unica vodka che riesco ancora ad assaggiare, ovviamente mi riferisco alla Zubrowka. E quindi ZUBRO! – Zubrowka, sciroppo di miele al timo e succo di bergamotto. Non è così dolce come può sembrare a una prima lettura, tutt’altro è equilibrato nel sapore deciso. Ordinalo con il punto esclamativo ben accentato, che la pronuncia è tutto nella vita.

19724157_10213671797329024_1394745479_o

Il terzo cocktail da non perdere è Tiki-Taka – rum mix, pimiento, Angostura bitter, citrus mix, sciroppo di panela. Gli ingredienti si bilanciano in un gusto fresco e non troppo dolce per essere un tiki, perfetto per le sere d’estate. Lo sciroppo di panela altro non è che una tipologia di zucchero dal sapore più leggero e meno intenso da quello che comunemente viene utilizzato per la tazzurella e’ cafè. Il panela, più delicato, è il tocco giusto in chiusura del drink, e fa il suo effetto proprio quando il citrus mix sta per inasprire la bocca e pizzicare le guance.
E chi l’ha detto che la grappa si beve solo d’inverno? #ESCILE, un drink insolito con grappa alle pere, genever, spremuta di limone, sciroppo di pepe rosa, albume d’uovo.
E poi che emozione la collaborazione fra barman: S-Vago Punch – mezcal, Talisker Sky, tè rinforzato, sciroppo di zenzero, Peychaud bitter e citrus mix – è di Teo Stafforini, bartender del pub Radici di Pavia. Peace & Love, con vermouth Cocchi, Buillet bourbon, gomma arabica, bitter alla vaniglia, assenzio, è firmato da Matteo Ciammella del pub Atmosphere.

Adesso la nuova drink list te la puoi anche portare via con l’aperitivo da asporto per la gioia di tutti gli studenti delle Università adiacenti il locale.
Tutti i giorni, dalle 18:30 alle 21:00, se non vuoi consumare all’interno del locale, ma godere del nuovo parco che il Comune di Milano ha finalmente regalato a Città Studi – il grande giardino di Piazza Leonardo Da Vinci – puoi ordinare un aperitivo. Riceverai un’elegante scatola griffata Harp Pub Guinness che potrai portare con te sulla panchina all’aperto o sul prato al sole.

harp pub guinness
La scatola è un po’ come il vaso di Pandora e ha davvero tutto l’occorrente per accompagnare uno – o più – drink: pizza, focaccia, salatini e le immancabili olive, come da aperitivo che si rispetti.
Io l’ho provato con la pioggia e vi assicuro che mi ha messo di buon umore nonostante i capelli bagnati.

«Terence Hill: Tu lo reggi il whisky?
Bud Spencer: Beh i primi due galloni sì. al terzo divento nostalgico e ci può scappare la lite… e tu lo reggi?»
Chiudi la lista. E facci sapere.