Le anticipazioni e i primi nomi di Live Arts Week 2020

Scritto da La Redazione il 30 gennaio 2020

La settimana della performance ideata da Xing torna a Bologna dal 26 marzo al 4 aprile 2020. Come lo scorso anno, saranno due weekend disseminati in diversi luoghi, alcuni noti altri inediti, ognuno dedicato a un progetto/lavoro diverso.

I protagonisti di questa edizione saranno: l’artista sud coreana Geumhyung Jeong, la cui prima personale italiana, Upgrade in Progress, sarà a Modena dal 29 febbraio nella Palazzina dei Giardini; la coreografa, la performer e soundmaker greca Katerina Andreou; i musicisti/perfomer inglesi YEAH YOU con un live per automobile; la coreografa e performer norvegese Mette Edvardsen assieme al compositore inglese Matteo Fargion; i danzatori/coreografi Cristina Kristal Rizzo e Charlie Laban Trier; il musicista, performer, programmatore e inventore della fono-cibernetica Onyx Ashanti di Detroit; la coreografa svizzera Yasmine Hugonnet (bellissimo il suo Se Sentir Vivant a novembre scorso a Palazzo Vizzani); l’artista e produttore inglese Graham Lambkin; e Riccardo Benassi con un’evoluzione in forma di lecture-performance del progetto Morestalgia, installazione luminosa a led che ha abitato la Stazione Alta Velocità di Bologna nei giorni di Art City.

Il programma completo e dettagliato arriverà a fine febbraio su www.liveartsweek.it