Le feste di Miart 2016

Impara l'arte e mettila nei party (cit. Achille Bonito Oliva)

Scritto da Emanuele Zagor Treppiedi il 5 aprile 2016
Aggiornato il 2 agosto 2016

Dopo che vi siete rifatti gli occhi seguendo i nostri consigli su cosa vedere giorno per giorno in questa settimana di Miart, rifateveli. Col calar del sole si spengono le luci delle gallerie e si accendono le strobo di club ed eventi vari oppure si rimane al buio a ballare, meglio nudi come se fosse una foto/performance di Spencer Tunick (che è quello che succederà nella Naked Dancefloor dell’evento People in a building without the building), oppure si ondeggia da #C2CMLN per tre giorni sui ritmi di generi musicali che reimpastano tutto quello che abbiamo già sentito. In alternativa c’è la festa di Le Dictareur dove l’unica cosa che dovete aspettarvi è l’imprevedibile, oppure, se volete andare sul sicuro, alla nostra amata e ormai deflorata Cristalleria c’è House of Vans l’evento che celebra i 50 anni del brand di scarpe con tutto il suo immaginario: skate, tatuaggi, musica live e dj set tra l’elettronica, l’hip hop e il rock. Per chi vuole iniziare prima a carburare con stimoli diversi e ibridi già mercoledì 6 c’è da fare al Teatro Franco Parenti.
Dopo che vi siete rifatti gli occhi, rifateveli…