Le migliori mostre di fumetto e illustrazione di BilBOlbul 2021

Scritto da La Redazione il 18 novembre 2021

Dal 2 al 5 dicembre torna in presenza, per la sua quindicesima edizione, il festival internazionale di fumetto BilBOlbul. Il focus di quest’anno è sui 20 anni di graphic novel in Italia e l’evento si apre con un importante convegno nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti con alcuni degli autori ed esperti che ne hanno fatto la storia insieme alle generazioni più giovani (Igort, Otto Gabos, Alice Milani, Ratigher, Fumettibrutti, Vanna Vinci, Paolo Bacilieri, David B. e molti altri).

Il programma è molto vasto ed è ricco di incontri con maestri e nuove promesse, workshop e molte mostre.
Come da tradizione c’è anche un’ampia sezione off che, insieme alla selezione ufficiale, darà vita a una vera e propria invasione del fumetto in città.

Tutte le info le trovate sul sito www.bilbolbul.net.
Ecco invece qui sotto la nostra selezione delle mostre da non perdere.


ZUZUGIORNI FELICI
Squadro Stamperia Galleria d’Arte (via Nazario Sauro 27/b)
20 novembre 2021 – 11 dicembre

Il talento di ZUZU è riconoscibile non solo nel tratto, ma nella narrazione, nella profondità delle tematiche affrontate nei suoi fumetti, disintegra le distanze tra sé e il suo pubblico, trascinandolo in una giostra di emozioni e in un confronto continuo con la propria identità, le paure e i corpi. In mostra una selezione di tavole originali a pastelli e matite colorate tratte da Giorni felici di ZUZU (Coconino Press – Fandango, 2021) e serigrafie a tiratura limitata.


TOMMI PARRISHONE STEP INSIDE
Museo internazionale e biblioteca della musica (Strada Maggiore 34)
3 dicembre 2021 – 9 gennaio 2022

I fumetti di Tommi Parrish parlano di sentimenti e relazioni. Il corpo è un elemento fondante in queste storie: con una formazione nel campo della scultura e un’attenzione chirurgica ai gesti dei personaggi, Parrish traccia sulla pagina corpi che raccontano l’eros e l’intimità più e meglio delle parole.


ALICE SOCAL, NICOZ BALBOA, ÉMILIE GLEASON, RIKKE VILLADSEN
PRENDERE POSIZIONE. IL CORPO SULLA PAGINA
Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna (via delle Donzelle 2)
4 dicembre 2021 – 5 gennaio 2022

Émilie Gleason usa la comicità per descrivere la vita quotidiana di un ragazzo con un disturbo dello spettro autistico. Rikke Villadsen disegna corpi che cambiano senza sosta, in un gioco di simboli e travestimenti che mette in discussione ogni certezza. Nicoz usa il diario, scritto e disegnato, come strumento di ricerca di sé e lente d’ingrandimento sul mondo, su come lo abitiamo, su come lo sguardo lo trasforma. Alice Socal cattura la fragilità delle relazioni in visioni allucinate e metamorfiche, dando corpo a ciò che non ha corpo: la tristezza per la fine di una storia, la paura di crescere, la gravidanza.
Quattro voci del fumetto contemporaneo disegnano e raccontano il corpo con stili, generi, visioni diversissime ma accomunate dalla voglia di sfidare gli stereotipi e mettere alla prova il nostro sguardo.


INVISIBLE LINES – LANDSCAPES, BORDERS, REVELATIONS
Accademia di Belle Arti di Bologna (Via delle Belle Arti 54)
2 dicembre 2021 – 21 dicembre 2021

Come si può rendere visibile l’invisibile? A partire da queste domande, un gruppo di giovani artiste e artisti selezionati dalla giuria del progetto Invisible Lines, co-finanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea, ha attraversato l’Europa alla ricerca di una risposta sotto la guida di tre grandi artisti: Juraj Horvàth, Stefano Ricci e Yvan Alagbé. Questa mostra racconta il loro viaggio, e le storie che ha generato. Le opere esposte sono di: Clara Chotil, Omar Cheikh, Bim Eriksson, Lode Herregods, Lucie Lučanská, Katarzyna Miechowicz, Mia Oberländer, Lisa Ottenburgh, Elena Pagliani, Léopold Prudon, Marco Quadri, Barbora Satranská.


LINA EHRENTRAUTIO E MELEK
PARSEC (Via del Porto 48c/d)
4 dicembre 2021 – 12 dicembre 2021

Opera di esordio di Lina Ehrentraut, Io e melek racconta di una relazione d’amore in una dimensione parallela, in cui desideri e conflitti rimossi dell’Io prendono vita tra sdoppiamenti d’identità e relazioni queer. In mostra sono esposte le tavole originali di Io e Melek, edito in Italia da Canicola, ed altri elementi legati alla produzione della storia.


MANUELE FIOR, ANNA DIETZEL, BENEDETTA CLAUDIA VIALLI, RUPPERT & MULOT
SIGARETTEN ENSEMBLE
FactoryBo (Via Castiglione 26)
2 dicembre 2021 – 6 dicembre 2021

Sigaretten Ensemble/01 apre un’indagine corale, a partire dal disegno nascosto di due autrici esordienti – Anna Dietzel e Benedetta C. Vialli – e tre autori ampiamente riconosciuti – Manuele Fior e Ruppert & Mulot. La mostra è curata da Sigaretten, un progetto editoriale indipendente, nato a Bologna dalla necessità di un gruppo di artiste e artisti di fare i libri in un modo nuovo, e grazie alla collaborazione di Squadro Stamperia Galleria d’Arte. Apertura speciale con le autrici e gli autori in dedica sabato 4 dicembre h 19.30.


WELCOME TO UHURU REPUBLIC
Collettivo Franco (Via Mascarella 24, interno 4)
2 dicembre 2021 – 7 dicembre 2021

Uhuru Republic è un collettivo di artisti italiani e africani , nato grazie al sostegno dell’Ambasciata italiana a Dar Es Salaam che ha spinto Giulietta Passera (voce, Mangaboo, The Sweet Life Society, Istituto Italiano di Cumbia, Sonoristan), FiloQ (elettronica, Istituto Italiano di Cumbia, Magellano) e Raffaele Rebaudengo (viola, Gnu Quartet) a intraprendere un viaggio in Tanzania e a dare vita ad un progetto artistico e musicale unico nel suo genere: connettere attraverso la musica e l’arte due culture apparentemente distanti come quella africana e quella italiana, e più di trenta artisti provenienti da Tanzania, Italia e Kenya.
In mostra ci sono i lavori di Nicola Alessandrini, Liberatha Alibalio, Lisa Gelli, Safina Kimbokota, Dismas Leonard, Ah-Med “Medy” Maubaka, Walter Simbo.


SIAMO REALISTI! AUTORI FRANCESI TRA ANIMAZIONE E FUMETTO
Alliance Française di Bologna (Via de’ Marchi 4)
3 dicembre 2021 – 22 dicembre 2021

La mostra raccoglie tavole e risografie dei fumetti pubblicati dalla casa editrice parigina Réalistes, fondata nel 2019 da Charles Ameline, Ugo Bienvenu e Cédric Kpannou. Questo gruppo di animatori di successo con la passione del fumetto racconta storie niente affatto realiste, disegnando mondi distopici ispirati alla fantascienza di Moebius e di altri grandi della tradizione francese. Le opere esposte sono di: Jonathan Djob Nkondo, Emmanuel Lantam, Ugo Bienvenu, Paul Lacolley, Nicolas Pegon, Frédéric Poincelet.


A.M.A.R.E.
MAMbo – Museo D’Arte Moderna di Bologna (Via Riva di Reno 57)
7 novembre 2021 – 9 gennaio 2022

La mostra è dedicata all’omonima antologia a fumetti A.M.A.R.E. in cui amicizia e scoperta della sessualità sono fili rossi che legano i frammenti di adolescenza raccontati dalle autrici. Cinque storie di ragazze (e ragazzi) alle prese con il passaggio all’età adulta e le aspettative di una società ancora troppo vincolata da stereotipi di genere. A.M.A.R.E. fa parte del progetto più ampio curato da Canicola “Dalla parte delle bambine”, in cui vengono proposti percorsi pedagogici, pubblicazioni e iniziative culturali in un’ottica di valorizzazione delle differenze. Le opere sono di: Eliana Albertini, Martina Sarritzu, Roberta Scomparsa, Amanda Vähämäki, Alice Socal.


MIGUEL VILA, MARTINA SARRITZUBAR DANDY
Canicola C/O Casa del custode – Parco della Montagnola
1 dicembre 2021 – 10 dicembre 2021

Un’immersione visiva nella provincia di Martina Sarritzu e Miguel Vila a partire dalle loro pubblicazioni A.M.A.R.E., Padovaland e Fiordilatte editi per Canicola.


PERCY BERTOLINYDA SOLA
Maison Ventidue (Via Miramonte 4)
1 dicembre 2021 – 19 dicembre 2021

La fumettista Percy Bertolini, già attivista in Non Una di Meno, ha pubblicato da poco il suo Da sola, edito da Diabolo Edizioni. La mostra è un percorso immersivo per immagini, video e suoni ispirato alle tavole del libro, storia di un’evasione dalla norma che imprigiona.