‘Nduja Gang: apre Sbunda

Panini illegali targati CZ e dintorni: capicollo, caponata, 'nduja e altre diavolerie calabresi

Scritto da La Redazione il 21 marzo 2019
Aggiornato il 22 marzo 2019

Sbunda, panini di Calabria. Concisi, precisi, poco spazio alle chiacchiere. Da buoni calabresi. In piazzale Baiamonti (angolo via Sarpi) apre una paninoteca dedicata ai prodotti di questa terra ancestrale: la Calabria. L’idea viene da alcuni ragazzi del profondo sud che sentivano la mancanza di casa e soprattutto di nonna. Il format è semplice: scegli il pane, gli ingredienti e le salse. Il resto lo deve fare il vostro metabolismo.

Tra le prelibatezze, tutte rigorosamente Made in Calabria: cipolla rossa, ‘nduja, soppressata, butirro (formaggio che conserva al suo interno burro!), caponata calabrese, parmigiana di melanzane. Nomi che fanno tremare alla sola pronuncia. Si continua con soffritto di maiale, polpette al sugo, capicollo, pancetta. Per sudare con stile e prepararsi all’estate.

Anche le birre sono targate CZ e dintorni. Necessarie per mandar giù il boccone. La selezione è tra micro birrifici del territorio come Birra Kalabra, Gladium, Fridda Khala, Limen, che propongono dall’Indian Pale ALe alla blanche. Perché digerire è giusto.