Protect Paradise: Spiaggia di Torre Guaceto, Riserva Naturale Torre Guaceto – Carovigno

Nella Riserva Naturale di Torre Guaceto arrivano i volontari di Corona e Parley: l'8 ottobre

Scritto da Martina Di Iorio il 12 luglio 2019
Aggiornato il 17 settembre 2019

Per trovare il mare caraibico, quello dove ci si specchia dentro ei si sta a mollo tutto il giorno dimenticandosi finalmente il cellulare, non bisogna prendere un volo intercontinentale. Basta arrivare in Puglia, più di preciso nella Riserva Naturale di Torre Guaceto, in provincia di Bari. Un’area marina protetta che vanta una biodiversità unica nel suo genere sia terrestre che marittima. Qui si viene per nuotare con le tartarughe marine, una specie a rischio che viene tutelata dalla capillare attività dei volontari che lavorano nella spiaggia di Torre Guaceto. Liberate, curate e poi rimesse a mare grazie al Centro di Recupero che qui è attivo più che mai. Un paradiso terrestre nell’alto Salento che è esempio di tutela del patrimonio naturalistico e paesaggistico. Corona si impegna in quest azione a salvaguardia del territorio e organizza una raccolta e pulizia della spiaggia l’8 ottobre.

CONSIGLI
In questo ambiente trovano rifugio tantissime specie di animali. Ma non fatevi riconoscere come al vostro solito, approcciatevi a loro e a questo ambiente in maniera educata e pacata. Gli animali più difficili da vedere – perché più schivi – sono il tasso, la donnola o la faina, di giorno nascosti per evitare le ore più calde. Nei periodi più caldi è possibile vedere serpenti, rapaci e strani uccelli.