Riapre anche la Casa del Custode di Villa Ghigi: ristoro, concerti e proiezioni con vista Bologna

Si parte il 15 giugno.

Scritto da La Redazione il 14 giugno 2020
Aggiornato il 15 giugno 2020

Foto di Salvatore Papa

L’Eco della prima collina è quello che risuona da Villa Ghigi, ma anche il nome della rassegna grazie alla quale dal 15 giugno al 15 ottobre riaprirà la Casa del Custode. Un bellissimo edificio, che fino a qualche tempo fa rischiava di cadere a pezzi, disposto su due piani e composto da una tavernetta a piano terra e una casa al piano superiore. La ristrutturazione è stata affidata allo Studio Aspide di Bernardo Bolognesi, attore, autore e, soprattutto, cuoco; personaggio che ben si intona con lo stile di quello che da oggi sarà una sorta di “rifugio” un po’ atipico dove ci saranno bevande analcoliche, crostate, torte, salumi, formaggi, panini, toast, vino, birre, succhi di frutta e acqua (gratuita).
Un luogo dove assaporare una cucina legata al territorio circostante, dedicato ai prodotti degli orti del parco, con bevande ricavate dai frutti degli alberi.

Gli spettacoli sono gratuiti, ma per godere di tutto quanto bisogna associarsi al costo di 10 euro.