So What Festival: le prime anticipazioni del festival salentino

La nuova partnership pugliese di Zero

Scritto da La Redazione il 30 marzo 2018

Dopo la partnership con Polifonic, la Puglia ritorna nei nostri sogni estivi grazie alla collaborazione col So What Festival di Melpignano, la manifestazione ideata e organizzata dall’Associazione culturale Altatensione che dall’1 al 12 agosto torna con ben dieci serate di musica, cinema, arte, letteratura e impegno sociale (ovvero zero barriere architettoniche e impegno contro la costruzione del gasdotto Tap).

Il programma completo non c’è ancora, ma possiamo già darvi qualche anticipazione, in modo che possiate organizzarvi se anche voi state pensando di trascorrere lì qualche giorno e prendere due piccioni con una fava.
Dopo un’anteprima il 29 luglio con i suoni contaminati di mezzo mondo di Go Dugong in spiaggia al Kum Beach di Roca, il festival dedica le sue prime cinque serate alla rassegna dei documentari di Internazionale, Mondovisioni (dall’1 al 5 agosto), con le proiezioni dei migliori film che raccontano il presente scelti dal settimanale alle quali seguirà ogni sera il live di una band salentina (Boundless Ska Project, Le Scimmie sulla luna, Cristiana Verardo, Float a Flow e No Finger Nails).

Dall’8 agosto a far da padrone sarà la musica, prima rock con The Zen Circus e i Botanici (8 agosto), poi vicina a territori elettronici con con Ninos du Brasil, Yamamoto Kotzuga e Inude (12 agosto), Godblesscomputers, Jolly Mare e Joyfull Family.
Spazio invece alle parole il 9 agosto con gli spettacoli dei mitici ragazzi di Lercio e il reading concerto di Wu Ming Contingent con “La terapia del fulmine”, su elettroshock e follia a 40 anni dalla Legge Basaglia.

Tutte le info e gli aggiornamenti su www.facebook.com/sowhatfest

so what