Inizia da Milano il tour di Jaguar Land Rover che, accompagnata da Zero, esplora i nostri territori urbani alla scoperta dei luoghi eco-green, per vivere la città nella piena tutela del pianeta.

Eh sì, perché sarà pur vero che Milano è la città dove si corre in metro, in pausa pranzo, sul tapis roulant e anche senza motivo. Ma Milano corre anche verso l’innovazione per raggiungere il traguardo di città sostenibile: edifici certificati green, bike sharing di tutti i colori, chilometri di piste ciclabili e oltre 90 colonnine per ricaricare i veicoli elettrici.

Il brand Jaguar Land Rover, che con Milano condivide l’attitudine al cambiamento, sceglie di promuovere l’evoluzione in atto e investe nell’installazione di colonnine di ricarica nei pressi di realtà urbane eco-friendly.
L’obiettivo è partecipare alla trasformazione dello stile di vita della comunità di Milano, agevolando la mobilità a bordo di auto PHEV (plug-in hybrid vehicle) senza il rischio di rimanere scarichi.

Questa è solo l’ultima delle azioni del progetto globale di elettrificazione dell’intera gamma, che ambisce a una società più sicura, sana e in un ambiente più pulito. E allora, scusate il gioco di parole, ma le chiacchiere (e gli obiettivi) stanno a zero: Zero Emissioni, continuando a investire nelle tecnologie che hanno permesso negli ultimi 10 anni di dimezzare la CO2 emessa per veicolo, Zero Incidenti, grazie ai sistemi ADAS di riduzione del carico di fatica del guidatore, Zero Traffico, progettando una nuova mobilità urbana connessa.

Questa è solo l’ultima delle azioni del progetto globale di elettrificazione dell’intera gamma, che ambisce a una società più sicura, sana e in un ambiente più pulito.

Ma il bene comune si fa tutti insieme e quindi “Destination Zero in the city – La guida urbana eco-green” nasce per supportare le realtà che hanno un approccio sostenibile. Vogliamo raccontare come contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale del divertimento, della ristorazione, della socialità. Perché se ognuno di noi, dal caffè alla scarpa e dall’evento alla riunione, lasciasse un’impronta minore sul pianeta, beh in tanti potremmo alleggerire di parecchio il peso. E le PHEV (plug-in hybrid vehicle) di Jaguar Land Rover ci vengono incontro offrendo il mezzo perfetto per ridurre il nostro impatto grazie a un’autonomia in modalità EV, che può arrivare fino a 55 km a Zero Emission per la Range Rover Evoque e la Discovery Sport, e alla possibilità di ricaricarle durante un pranzo o un meeting.

E allora via libera agli aperitivi che diventano cene, ma da Cascina Cuccagna dove tutto è locale e stagionale, farciamo le nostre agende di business meeting, ma nei coworking che investono sul tech sostenibile e sul digitale come Talent Garden Calabiana. Evviva il turismo, ma in alberghi con materiali fieri delle loro certificazioni ambientali, come Starhotels E.c.ho. e sempre siano lodate la socialità e l’aggregazione, però negli spazi che recuperano immobili inutilizzati come Scalo Lambrate.

Se ognuno di noi, dal caffè alla scarpa e dall’evento alla riunione, lasciasse un’impronta minore sul pianeta, beh in tanti potremmo alleggerire di parecchio il peso. E le PHEV (plug-in hybrid vehicle) di Jaguar Land Rover ci vengono incontro.

Preferiamo auto elettriche o le naturalmente ecologiche biciclette, poi se buchi vai da Bici & Radici e ti fai un caffè mentre ti cambiano la camera d’aria. Se l’unico sport che fai è alzare il gomito fallo bene, vai da e/n enoteca naturale e bevi proteggendo il pianeta e la società (che vale punto doppio). Per fare bella figura col tuo date compra un mazzo di fiori di Green Fingers Market e portala/o a mangiare da Gesto, così gli parli della carne plant based per rompere il ghiaccio. E per un weekend 100% milanese ed eco friendly ti spari: messa in piega da Nashi Argan Salon, shopping da Sease, mostra da One Planet One Future ed evento da Base.
Anche le scuse stanno a zero.