Spazi, artisti, persone: torna perAspera

Dal 16 al 23 settembre l'undicesima edizione del festival di arti contemporanee

Scritto da La Redazione il 3 settembre 2018
Aggiornato il 10 settembre 2018

Dieci luoghi tra Bologna città e la sua provincia e altrettanti artisti chiamati a relazionarsi con architetture, spazi e storia. perAspera, il festival di arti contemporanee diretto da Ennio Ruffolo e Maria Donnoli torna per l’undicesima volta dal 16 al 23 settembre 2018 tra performance, installazioni, cortometraggi e pratiche filosofiche, danza, talk e musica che quest’anno ruotano attorno al tema “Pelle”.

Si parte dalla Bolognina, con il live electronics Frame / Texture / Dots di Vincenzo Scorza il 16 settembre a eLaSTiCo faART e la video-installazione con domande e interviste ai passanti La nuca è un mistero per l’occhio del collettivo multimediale 7-8 chili nel Mercato Albani il 17 settembre.

Il 18 settembre ci si sposta a Bentivoglio, a Villa Smeraldi, con La Pancia della Balena della compagnia bolognese DNA, diretta da Elisa Pagani, coreografia che attraversa un altro concetto chiave del festival, quello della “sottrazione”, toccato anche dalla performance audio-video Alle Rocce di BST: frammenti di immagini sviluppate e trattate dal vivo su cui specularmente si incidono suoni, sempre irripetibili perchè non fissati (23 settembre, ore 19,00, Le Serre dei Giardini Margherita, Bologna)..

L’opera più attesa è certamente Monte Sole, anteprima mondiale del coreografo Fabrizio Favale / Le Supplici creata su commissione di perAspera per il luogo dell’eccidio (21 settembre, ore 18, Al di là del Fiume, Marzabotto).

Ma non mancano i nuovi talenti da scoprire, come Noemi Diamantini, classe ’93, da Adiacenze il 19 settembre con Vkproject, progetto che parte dal gioco della morte online – il Blue Whale Challenge – per indagare gli adolescenti e la manipolazione della comunicazione come forma d’arte, mentre

E, ancora, Ivana Ruffolo che con Perle Mon Amour circonda la Casa Museo Giorgio Morandi di una enorme collana di perle, metafora di una ferita a cui l’artista cosentina reagisce creando un legame (22-23 settembre, Casa Morandi, Grizzana Morandi) e una selezione di cortometraggi del romano Hacker Porn Film Festival (20 settembre, ore 20,30, SpazioAltrove, Bologna).

Tutte le info e il programma completo su www.perasperafestival.org