Trapizzino arriva finalmente a Milano

Il 10 febbraio apre il locale di Stefano Callegari: pizza farcita con i sughi più illegali di sempre.

Scritto da Martina Di Iorio il 30 gennaio 2018

Quando l’abbiamo provato a Roma non riuscivamo a crederci. Reduci dallo Stadio Olimpico si corre in Panda a Ponte Milvio per capire di cosa si parla quando si cita l’eroico trapizzino di Stefano Callegari. Un triangolo tantrico di focaccia calda, croccante e al tempo stessa morbida da riempire con la quinta essenza del cibo più verace e godurioso: coda alla vaccinara, polpette, misticanza, polpo al sugo e un’infinità di combinazioni da genuflessione.
Mangiare un trapizzino è come fare l’amore con un focoso sconosciuto: al primo assaggio ci sei dentro con tutte le scarpe. Ora questo Casanova arriva a Milano – finalmente diciamo noi – in via Marghera 12, per infrangere cuori e mietere nuove vittime. Il 10 febbraio ci troverete con la faccia immersa nel sugo e le mani unte a chiedere il bis. Vi abbiamo avvisati che crea dipendenza.
Leggi qui l’intervista di Zero al re del trapizzino Stefano Callegari.