zero adv per Volvo

Volvo Studio Milano: un hub di eventi (e non solo) in città

Diverse iniziative dedicate a musica, arte, tecnologia e design hanno protagoniste le persone e raccontano i valori del brand svedese, con un’attenzione particolare alla sostenibilità

quartiere Isola

Scritto da LR il 30 dicembre 2020
Aggiornato il 19 maggio 2021

Volvo Studio Milano

In questo periodo storico particolarmente infausto, tra le tante cose, succede che un uomo di Como, dopo un dissidio familiare, se ne va di casa a piedi e viene ritrovato a Fano, a circa 420 KM di distanza dalla sua abitazione. Multato con 400€ di sanzione per aver violato le restrizioni anti-covid, si ricongiunge poi con la moglie che, preoccupata, ne aveva dichiarato la scomparsa.

In questo periodo storico evadere o scappare, andare lontano, è stata probabilmente una sensazione – per alcuni un’esigenza – che in molti hanno provato. Non è necessario però litigare o imbattersi in improbabili maratone al limite del Guinness dei primati, a Milano c’è un luogo in cui puoi sentirti lontano, in Svezia (raggiungere Goteborg a piedi vuol dire camminare 333 ore): il Volvo Studio Milano.

L’hub del brand di automotive svedese si è insediato in uno dei nuovi centri della metropoli meneghina: tra la nuova e frequentata Piazza Gae Aulenti e il quartiere Isola. Lo spazio si nota subito non per le automobili in vetrina, ma grazie a un particolare gioco di luci che richiama l’aurora boreale. Oltre alla luce, anche altri elementi dello spazio riportano a un’esperienza nell’ambiente svedese: è il caso delle pareti con una sorta di texture di tronchi paralleli di legno di betulla, essenza che si ritrova spesso nella natura scandinava; o del pavimento di granito che riprende le scogliere della Svezia. Dettagli che raccontano un mondo.

Il Volvo Studio Milano oltre a rispecchiare la terra natale e l’estetica del brand vuole essere portavoce di tutti i valori che da sempre hanno contraddistinto la Casa automobilistica. In che modo? Attraverso il racconto del viaggio di quest’ultima verso la mobilità del futuro. I valori di Volvo sono semplici ma forti: sostenibilità, sicurezza, attenzione alle persone. Temi facili da condividere e quanto mai rilevanti in vista del futuro che ci attende sul fronte della futura mobilità, nel quale un ruolo chiave lo giocherà la tecnologia. Tecnologia che significa elettrificazione dell’auto – per una mobilità che impatti il meno possibile sull’ambiente – automazione e connettività – per una guida sempre più sicura che riduca gli effetti dell’errore umano e restituisca tempo utile a chi è in abitacolo. Avete mai pensato a cosa si potrà fare a bordo di auto a guida autonoma mentre saranno loro a guidare?

Proprio con questo intento di story-telling e di interazione con la gente, al Volvo Studio Milano sono stati organizzati numerosi eventi (e altri ne vedremo prossimamente): incontri, performance, mostre e concerti, tutti appuntamenti in cui le persone sono partecipi sia come spettatori sia con un coinvolgimento più attivo (suonando, esponendo o raccontandosi). Volvo grazie a questo spazio incontra così il “suo” pubblico.

Dall’inaugurazione nel 2017, con una maratona di 80 ore e 40 brand svedesi che presentavano 40 prodotti diversi, l’attività è stata ininterrotta. Nel 2018 ricordiamo la parternship con il POLI.design di Milano e gli studenti del master di Laboratoriominiera in Art Direction & Copywriting per dare vita a un contest e realizzare un’opera che sintetizzasse la sostenibilità nel senso di integrazione fra tecnologia e ambiente. Le tecnica espressiva della Moss Art, del muschio che vive sull’auto, è la chiave che ha permesso di visualizzare questo connubio.

Sempre nello stesso anno, al Volvo Studio Milano, si è tenuta la serie di incontri sul futuro di diversi temi “Vision 2020” a cui hanno partecipato, tra gli altri, Max Gazze, Javier Zanetti e lo chef Claudio Sadler. Con lui, nel 2019, si sono tenuti anche altri incontri su temi come sulla cucina per bambini, i mercati alimentari cittadini e sulla ‘schiscetta’, in chiave di cucina sostenibile.

Volvo Studio Milano intende rimanere fedele alla propria missione diffusione della cultura e di racconto dei valori di brand, aprendo una finestra sulla città di Milano dal quale osservare il viaggio di tutti noi verso la mobilità di domani

Nel 2019 si è rafforzato anche il rapporto con il quartiere. Insieme alla vicina Fondazione Catella, nell’hub di Volvo si sono tenuti degli incontri con street artist come Pao, Sonda e Mr. Wany, seguiti poi da workshop nell’adiacente Biblioteca degli Alberi Milano, di cui Volvo è park Ambassador.
Oltre che con il quartiere lo spazio si è aperto anche a manifestazioni cittadine come Book City e ha ospitato concerti di rassegne musicali come Piano City e JazzMi. Con quest’ultimo festival è iniziato anche un format “Jam The Future – Music for The Planet”, pensato per valorizzare giovani talenti Under 30 che, traendo ispirazione da temi come il cambiamento climatico e l’ambiente, hanno realizzano le loro composizioni musicali. Il contest ha premiato tre nuovi progetti musicali dedicati al futuro del pianeta, alla sostenibilità e alla musica.

Insomma, tanti spunti, dalla tecnologia alla musica, dai giovani talenti al futuro, il tutto per raccontare quanti volti possa avere il tema della sostenibilità. Ma anche della sicurezza. Tema affrontato – ad esempio – presentando il progetto E.V.A (Equal Vehicles for All), che ha messo in evidenza la fondamentale disuguaglianza nello sviluppo dei sistemi di sicurezza per le auto (le donne sono infatti esposte a rischi maggiori di subire lesioni in caso di incidente). I tecnici Volvo hanno sviluppato dei dispositivi di sicurezza delle auto Volvo con l’obiettivo di proteggere, con la stessa efficacia, tutte le persone indipendentemente dal sesso, dall’altezza, dalla corporatura o dal peso, non limitandosi dunque alla “persona media” rappresentata dai manichini utilizzati per le prove d’impatto.

Sicurezza dell’auto ma anche stradale e per tutta la famiglia, bambini compresi con workshop a loro dedicati o incontri che hanno visto il coinvolgimento della Polizia Stradale per parlare del Progetto Icaro con cui si porta la sicurezza stradale nelle scuole. Infine, uno sguardo “dietro le quinte” della sicurezza Volvo con l’appuntamento “A Million More”.

Nel 2020, tra una restrizione e l’altra, vivere gli eventi era sempre più difficile ma il nuovo format The Sound Of Silence ha aperto il Volvo Studio Milano anche alla musica elettronica, quella più futuribile, con esibizioni ibride tra il live e il dj set ascoltabili solo in cuffia. Questo perché per Volvo la cultura non si deve mai fermare ed era giusto dare un contributo alla ripartenza della città di Milano.

Su questa onda lunga, oltre alla seconda edizione del contest “Jam The Future – Music for The Planet” con altri giovani talenti premiati, e sempre nel rispetto delle restrizioni anti-Covid19, si sono svolti i nuovi appuntamenti legati all’arte contemporanea e alla sostenibilità “Six Steps Forward for One Step Back”. Organizzati e curati dai ragazzi di Lightbox, al Volvo Studio Milano si sono svolti eventi realizzati in molteplici forme: dal video alle installazioni, dalle performance ai talk con ricercatori, artisti e curatori (citiamo tra gli altri Armin Linke, Angela Vettese, David Monacchi, Andreco) che ci proiettavano in una dimensione artistica unica in un dialogo tra ambienti naturali, il corpo dell’uomo, scienza e nuove tecnologie.

Insomma, tanti spunti, dalla tecnologia alla musica, dai giovani talenti al futuro, il tutto per raccontare quanti volti possa avere il tema della sostenibilità. Ma anche della sicurezza.

Questo il passato. Ma ci sarà anche un futuro e i prossimi eventi, appena possibili, riprenderanno il dialogo con il pubblico mostrandoci – ad esempio – i nuovi talenti artistici delle accademie dell’arte di 4 città italiane che esibiranno la loro creatività in progetti realizzati ad hoc per Volvo.

Insomma, anche per il 2021 il Volvo Studio Milano intende rimanere fedele alla propria missione di diffusione della cultura e di racconto dei valori di brand, aprendo una finestra sulla città di Milano dal quale osservare il viaggio di tutti noi verso la mobilità di domani, auspicabilmente sostenibile.
In questo periodo, dicevamo all’inizio, che per evadere e vivere esperienze non bisogna andare molto lontano: Volvo Studio Milano, sotto piazza Gae Aulenti, vi aspetta e Zero è pronto a farvi da guida nel mondo di Volvo.