La nuova drink list del Mag Café

Il gusto di vivere una favola

Scritto da Martina Di Iorio il 27 febbraio 2017
Aggiornato il 28 marzo 2018

Da qualche tempo si assiste a una curiosa tendenza nel mondo del bartending contemporaneo. Le classiche drink list stanno lasciando spazio a dei nuovi metodi comunicativi, quasi degli artefatti culturali che hanno lo scopo di guidare il cliente nella scelta dei cocktail proposti e accompagnarlo nel proprio universo. Non più l’anonima lista che pone in confusione anche i bevitori più esperti, uno sterile elenco stampato che poco dice del lavoro e della personalità del bar stesso, ma un prodotto quasi editoriale che riflette lo spirito e l’idea dietro ogni drink presente. Illustrazioni, mappe, immagini e un approccio narrativo che aiuta il consumatore a orientarsi nelle proprie scelte, perché – diciamo la verità – molto spesso non riusciamo a fare quella che dovrebbe essere una delle cose più semplici di tutte: comunicare quello che ci piace. Il Mag Café dietro il timone sicuro di Flavio Angiolillo e Marco Russo, da tempo ha capito le potenzialità di una scelta di questo tipo creando delle drink list che sono dei veri magazine da sfogliare e leggere.

La nuova drink list del Mag
La nuova drink list del Mag

Martedì 28 febbraio verrà lanciata la nuova lista che prende ispirazione dal mondo delle favole: ogni cocktail – ci spiega Flavio – è composto da ingredienti magici che vengono assemblati con cura per trasportare il cliente in un altro mondo. Il bartender è uno stregone che crea alchimie magiche e stupefacenti, ma allo stesso tempo con questa guida prende per mano il consumatore e lo aiuta a districarsi tra ingredienti sempre più vari e molto spesso sconosciuti.

mag-cafe

Il tema della favola porta indietro nel tempo, a quando si è stati bambini e al momento dello stupore più irrazionale, giocando con cocktail che divertono e fanno sognare. Il gusto di vivere una favola viene proposto attraverso una drink list che scavalca i canoni classici e diventa un vero e proprio libro da sfogliare e consultare. Dal 28 febbraio sugli schermi del Mag.

Martina Di Iorio