Il nuovo corso del Tunnel Club per la stagione 2017/2018

Take It Easy prende in mano lo storico Tunnel. Da Legend, al Q 21, al Block, in zona corso Como diventato un vero club, arrivando adesso al club di via Sammartini. Take It Easy si appresta ad iniziare un'altra grande stagione.

Foto di Davide Hugo Manea

Scritto da Emanuele Zagor Treppiedi il 24 luglio 2017
Aggiornato il 3 agosto 2017

A Zero li seguiamo da quando erano al Legend (2011-2013), la loro prima dimora fissa (dopo una serie di party itineranti in location insolite), che li ha ospitati per due anni. Poi per un anno, per la stagione 2013/2014, si sono spostati al Q21 dal buon Carlo Mognaschi (diventando una valida alternativa al sempre forte Q|lab) e poi si sono stabilizzati per tre anni, dal 2014 al 2017, al Block in via Tocqueville facendo diventare la loro sala in un vero e proprio club di prima qualità.

Ne abbiamo raccontate e vissute di serate Take It Easy, anzi col senno di poi, ci avrebbe fatto piacere farne qualcuna in più. Ormai crediamo che il progetto di Fabio e Luca sia più che ben rodato, con una sua identità e un suo pubblico, divertente, appassionato e ruspante quanto basta per dare solidità a uno dei continuativi che da circa 8 anni resiste nella giungla notturna di Milano. Se non ci siete mai stati vi siete persi uno dei pezzi della Milano che si diverte di notte.

La crew di Take It Easy mentre celebra l'ultima serata al Block
La crew di Take It Easy mentre celebra l’ultima serata al Block
Da quest’anno il divertimento si sposta in un club che ne ha viste di ogni, il Tunnel Club. Nel locale di via Sammartini, in zona Centrale, ci sono passati, in tempi non sospetti, molti dei pionieri di una certa cultura elettronica e drum’n’bass, poi ci sono stati i latinos e a metà anni Duemila altri dj, band e performer hanno seguito il percorso iniziale, regalando sempre serate memorabili.
Negli ultimi due anni in diversi hanno provato a far qualcosa sotto i binari della stazione centrale ma i risultati sono stati sempre scadenti.

Da settembre l’agenzia DAAB si occuperà dell’intera produzione degli eventi di Tunnel Club per la stagione 2017/18, che vedrà sul sabato l’appuntamento fisso con Take It Easy, mentre sul venerdì la rotazione di diverse realtà milanesi quali: O R B I T E R, Inciso, REIBU レイブ, Roots e Smash. Inoltre vi sarà anche una parte concertistica curata in partnership con Via Audio.

Ma andiamo con ordine.
Al Take It Easy, come da abitudine, passeranno alcuni mostri sacri americani dall’house e si continuerà anche a ricercare altri guest più di nicchia e meno conosciuti. Negli anni passati abbiamo avuto l’onore di sentire Derrick May, Octave One, Lil Louis, Joe Claussell e quest’anno tra i primi nomi confermati troviamo Levon Vincent, Palms Trax, Jeremy Underground (ormai di casa al Take) e Sadar Bahar

Fabio Alampi aka DJLMP, Jimpster e Luca Phenix aka Bugsy, photo credit: Davide Hugo Manea
Fabio Alampi aka DJLMP, Jimpster e Luca Phenix aka Bugsy, phto credit: Davide Hugo Manea
Poi ci sono anche degli artisti con cui Luca e Fabio hanno sviluppato un rapporto di fiducia: i ragazzi della Keinemusik (&ME, Adam Port, Rampa, Reznik) Detroit Swindle, Session Victim, Jimpster…. “Con lui c’è anche un grande rapporto di amicizia: ogni anno è felice di venire a suonare da noi e quando può viene anche qualche giorno prima per stare in nostra compagnia” così ci dice Luca.

Non meno importanti sono le resident night con DJLMP, Bugsy e Dirty Channels che sono sempre state il punto forte di Take It Easy, e quest’anno lo saranno ancora di più visto il prossimo lancio dell’etichetta Take It Easy Records.

Passiamo alle serate mensili del venerdì.
O R B I T E R
A partire da venerdì 22 settembre O R B I T E R al Tunnel Club sarà la tua porta d’accesso per l’iperspazio. L’evento è fortemente caratterizzato dalla presenza di allestimenti ispirati all’estetica sci-fi. Il nuovo collettivo milanese presenterà in anteprima italiana un autentico rappresentante della scena electro svedese. “…Are you ready to make some cosmic madness?!”

INCISO
Con cadenza bimensile, a partire dal 6 ottobre INCISO, team di music curator capitanata da Sebastian Leddi, invaderà il Tunnel ogni volta con un party diverso. Quattro appuntamenti racconteranno quattro temi che saranno interpretati e declinati su diversi formati (video, grafiche, gadget, visual ecc…) da un artista (o aspirante tale) e da un team di allestitori che stravolgerà il Tunnel. Si partirà dalla natura per arrivare alla spiritualità, passando per il vizio.

REIBU レイブ
L’appuntamento bimensile con Reibu, nato al Block dove sono passati Sonja Moonear, Valentino Kanzyani, Janina, continua anche al Tunnel club. Il party presenta sonorità micro house e minimal techno sempre con importanti guest della scena nazionale e internazionale.

SMASH
Un venerdì al mese sarà il turno dello storico party romano che dal 2011 rivoluziona la scena club riuscendo a fondere stile, cultura, sound house e trap in un concept unico. Smash arriva a Milano con le sue pillole migliori.

ROOTS
Roots, party dalle sonorità classic house reduce da due eventi alla Terrazza Aperol in Duomo, presenterà in data 29 settembre John Swing.

Il Tunnel Club vedrà anche dei cambiamenti sostanziali che riguarderanno il bar e il palco, oltre a generali ammodernamenti estetici.
Ci sarà un premium bar con una speciale drink list pensata dall’Eppol (cocktail bar di zona P.ta Venezia) per dare la possibilità di bere bene anche in discoteca e il palco sarà aperto al pubblico. La consolle verrà quindi posizionata a filo del palco, più vicino possibile alla pista e si allargherà quindi l’area sul palco per permettere a chi lo vorrà di stare alle spalle del dj col tavolo (che noi speriamo non siano troppo invadenti).

Insomma il vagabondare di Fabio e Luca e di tutto il team di Take It Easy li ha portati a crescere. C’è chi può pensare che il loro continuo cambiare locale fosse dovuto al non riuscire mai a trovare una dimensione, una quadra, invece il loro party è ben consolidato e con la gestione del Tunnel (che è evidente avesse bisogno di una nuova guida) gli auguriamo di diventare sempre più un riferimento nella notte meneghina.