Fr 01.10 2021 – So 03.10 2021

FLORALISM - Floral Design Festival

Wo

Portuense201
Via Portuense 201, 00149 Roma

Wann

Freitag 01 Oktober 2021 – Sonntag 03 Oktober 2021

Kontakte

Sito web

Avete mai comprato un mazzo di fiori? Se la risposta è affermativa e avete un po‘ storto la bocca sulla disposizione dei fiori o la scelta dei colori da parte del fioraio, beh, sappiate che in quei brevi istanti il vostro cervello è entrato in contatto con le forme più primitive del floral design.

Ovviamente si tratta di un settore molto articolato, che va ben oltre il semplice assemblaggio di un bouquet, dal momento che in esso confluiscono abilità manuali, conoscenze botaniche e del territorio, capacità nel disegno etc. Ma l’esempio banale appena riportato serve a far accendere due campanelli della vostra attenzione: quello dell’estetica e quello della natura. Quanto basta per dar vita a un piccolo festival che possa far incontrare addetti ai lavori, appassionati e neofiti. L’appuntamento con la seconda edizione di Floralism, dopo gli ottimi riscontri della prima, è dal 1° al 3 ottobre nel distretto culturale Portuense 201 e in nuovi luoghi diffusi dove il festival da quest’anno comincerà a espandersi.

IL PROGRAMMA E I LUOGHI

Azione di foraging collettiva, presso il Parco della Caffarella, con cittadini volontari, per sensibilizzare sul tema del decoro urbano e della valorizzazione del bene comune: sarà raccolto materiale di scarto naturale del parco, per essere poi utilizzato dai floral designer selezionati e renderlo così risorsa e materia installativa ed espressiva.

Esposizione di installazioni di floral design site specific o con personali interpretazioni artistiche del valore collettivo del fiore, che raccontano la mappa urbana e relazionale di floralism e amplificano l’energia collettiva di Roma, concretizzando legami sul territorio urbano tra realtà che condividano valori estetici, etici e sociali. Il tutto grazie al sostegno di flower farm locali come I Giardini di Mafalda, Le Rose di Gianni e le Dahlie.

Expo presso il borghetto di Portuense201. Floral designer emergenti e professionisti, selezionati su territorio nazionale, esporranno la loro opera sulla base della personale interpretazione dei valori quali i legami, la tradizione, la sperimentazione: Alessandro Racca, Sara Maniscalco, Goffredo Serra, Flaminia Arata e Irene Ratti della Verde Milonga.

ARTE E FLORAL DESIGN
Label201, galleria d’arte contemporanea, ospiterà un’installazione a cura di Laura Vaccari per la mostra „Materia Effimera“ con Giulio Bensasson, Kendell Geers, Alessandro Piangiamore curata da Valentina Gioia Levy.

ARCHITETTURA E FLORAL DESIGN
Cantiere Galli, interior design center, ospiterà un’installazione a cura di Francesco Rieti, architetto e vincitore dell’edizione come floral designer emergente a Floralism 2020.

FONTANE E FLORAL DESIGN
Hortus Bar ospiterà un’installazione a cura di Dylan Tripp.

STREET E FLORAL ART
Portale Ostiense, spazio espositivo in fieri ospiterà un’installazione a cura di Jessica Curelli. SONO FRANKIE!, collettivo di professionisti nell’ambito della cultura urbana, proporrà un’installazione a cura di Manuela Lopez.

TIPOGRAFIA E FLORALPRINTING
Betterpress, Laboratorio di stampa a caratteri mobili, ospiterà un’installazione a cura delle fondatrici.

CERAMICA E ARTE FLOREALE
FEM Design Studio, spazio di contaminazione nato dall’unione di Flovver e Madlenceramcs, ospiterà un’installazione a cura delle fondatrici con la collaborazione della videomaker Crippi.

MUSICA E FLORAL DESIGN
La colonna sonora di Floralism è a cura di Archeological Records, etichetta discografica indipendente nata nel 2018 e dedicata all’archeologia musicale e all’immaginazione di quale potrebbe essere stata la musica prima della Storia documentata e conosciuta. Materiale sonoro legato al florealismo selezionato specificatamente per le tre giornate di Floralism: da Puccini a Fujia & Miyagi e da Bach ai Cure.

ATTIVITÀ
Label201 ospiterà „Materia Effimera“, una collettiva a cura di Valentina Gioia Levy che si focalizza sull’uso del fiore reciso come elemento costitutivo essenziale dell’opera d’arte.

Talk presso Portuense201. Flower Farms: fra sogni e sostenibilità. Realtà che producono fiori secondo una dinamica di mercato che spinge ad apprezzare la stagionalità e spesso anche le fragilità del fiore, perché coltivato secondo i semplici criteri della natura. Con I Giardini di Mafalda, Floricoltura Racca, Le Rose di Gianni e Le Dahlie approfondiremo le opportunità di trade off che il mercato globale vive, a favore di una prospettiva circolare della bellezza.

Workshop presso Portuense201 e Betterpress Lab di connessione fra il fiore, il design e l’artigianato, con focus sul floral design (con Dylan Tripp) il ricamo botanico (con Nicoletta Vicenzi), il collage (con Chiara Pellicano), la cesteria (con Cortreccia), paper e print making (con Betterpress).

Geschrieben von La Redazione