Do 09.09 2021

Ian F. Svenonius & Alexandra Cabral: The Lost Record

Wo

MACRO
Via Nizza 138, 00198 Roma

Wann

Donnerstag 09 September 2021
H 18:30

Wie viel

free

Kontakte

Sito web

Veranstalter

AGORÀ

Ian Svenonius è un musicista d’altri tempi. Di quelli – che comunque, per fortuna, continuano a (r)esistere – totalmente indifferenti alle mode e al music biz. Ma sempre fedeli a un suono che difficilmente scende a compromessi. Dalla roccaforte del punk hardcore Washington D.C., è stato prima colonna portante dei Nation of Ulysses (a fine ’80), poi tra i fondatori della creatura post punk The Make-Up, successivamente in varie formazioni indie rock (Weird War, XYZ) fino al rock’n’roll spigoloso e disturbato dei Chain & the Gang, legandosi, nel tempo, a etichette che non necessitano presentazioni come Dischord e In The Red.

Con alle spalle 30 anni di attività indefessa nei sotterranei del rock indipendente, „marxista eretico“ e icona della controcultura, tra la scrittura di un libro e la presentazione di un talk show online, dischi da solista ed escapismo, arriva finalmente anche il momento del „grande schermo“, ovviamente alla maniera totalmente da outsider a cui ci ha abituato il Nostro. Come prima cosa, per avere un’idea forse non chiarissima ma a suo modo efficace del soggetto, andatevi a recuperare „Censura subito!!!“, traduzione italiana edita da Not di un libro in cui analizza mostri e i feticci della cultura di massa (da Ikea a Apple, dai processi di gentrificazione alla musica indie), teorizzando – tra paradosso e coerenza massima – la necessità di bannare e abolire tutto fino alla rieducazione.

E poi venerdì 10 fiondatevi al Macro per la presentazione di „The Lost Record“: un film di „fantascienza“ su arte, musica, creazione, underground vs overground, amore, valore, denaro, proprietà e registri. Il suo primo film, condiviso con Alexandra Cabral: fotografa e regista, con sede a Los Angeles, e autrice di importanti produzioni per il Getty Museum e la Biennale di Venezia, che con Svenonius condivide il progetto Escapism. Un film in cui esplorano le relazioni delle persone con gli oggetti inanimati e il potere di cui si investono tali oggetti, sia esso politico, culturale, sentimentale, sessuale o monetario; un modo per esaminare la capacità di un’opera d’arte di essere un avatar per il suo creatore ed anche di diventare un Frankenstein o un golem, di cui il suo creatore può perdere il controllo. The Lost Record riempirà un vasto vuoto nel cinema underground, con eleganza, concettualità e intelligenza.

Interpretato da Pauline Jorry
Prodotto in USA, 2001
Durata: 1 ora e 17 minuti
Prodotto, scritto e diretto da Ian F Svenonius & Alexandra Cabral

L’evento si terrà presso l’Auditorium
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Geschrieben von Chiara Colli