Sa 11.12 2021 – So 12.12 2021

Hyperjazz Weekender

Wo

Studio 33
Vicolo della Paglia 33a, Roma

Wann

Samstag 11 Dezember 2021 – Sonntag 12 Dezember 2021

Wie viel

free

Kontakte

Sito web

Un weekend di concerti, talk, dj set e proiezioni dal mondo Hyperjazz, nell’hub creativo ad alta fedeltà Studio 33. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

PROGRAMMA

SABATO 11

11:00-12:00 Listening session: Hyperjazz Roots
Viaggio alla scoperta delle radici e delle ispirazioni di Hyperjazz Records – selezione raccontata da Raffaele Costantino e Crescenzo Abbate

12:30-13:30 Proiezione: „Le Planete Sauvage” di René Laloux (1973)
Tratto dal romanzo breve „Homo Domesticus” di Stefan Wul; presentato al 26esimo festival di Cannes, è considerato oggi un piccolo classico nel panorama del cinema di fantascienza – durata 72’

15:00-16:00 Listening session: „Meridies” di Go Dugong
Ascolto di “Meridies”, il nuovo album di Go Dugong uscito per Hyperjazz e La Tempesta & incontro con l’artista

16:00-17:00 Talk: Hyper Sud – pattern ritmici e storie rituali
La tradizione ritmica del Sud Italia filtrata attraverso la lente policromatica dell’elettronica contemporanea; le sue connessioni con l’Africa. Con: Giulio Fonseca aka Go Dugong (artista), Megan Iacobini de Fazio (giornalista freelance), Raffaella Aprile (artista), Giovanni Ansaldo (giornalista) | moderatore: Raffaele Costantino

18:00-19:00 Live show: Pietro Santangelo (live solo)
19:00-20:00 Live show: Phresoul w/Giuseppe Vitale
20:00-21:00 Dj set: selezione by Dj Knuf

DOMENICA 12

11:00-12:00 Listening session: „Promises” di Floating Points & Pharoah Sanders
Ascolto integrale dell’album „Promises” di Floating Points, Pharoah Sanders e la London Symphony Orchestra

12:30-14:00 Proiezione: „The Last Angel Of History” di John Akomfrah (1996) | a cura di Miniera
Ibrido tra documentario e meta-narrativa, è considerato „un saggio magistrale sull’estetica nera” e un’opera visiva tra le più influenti degli anni 90 in ambito afrofuturista. Con interviste a George Clinton, Derrick May, Juan Atkins, Goldie, A Guy Called Gerald – durata 45’. Introduzione sul tema „Afrofuturismo” a cura di Claudio Kulesko e Manlio Perugini (Miniera)

15:00-16:00 Talk: Hyperituals
Curato da Khalab, Hyperituals è il nuovo percorso di ricerca di Hyperjazz Records. Un’indagine filologica che esplora nel passato di alcune delle etichette italiane più significative (e a volte dimenticate), seguendo le potenzialità del suono e del ritmo. Un digging discografico che vuole riportare alla luce lavori ancora oggi contemporanei non solo nella musica ma anche, e soprattutto, nel messaggio. Con: Antonia Tessitore (autrice, Battiti/Rai Radio 3), Roberto Corsi (Goodfellas), Luciano Cantone (Ishtar, Schema Records), Denis Longhi (founder & art director Jazz:Re:Found Festival), Enrico Bettinello (critico e curatore musicale), Raffaele Costantino | moderatore: Vincenzo Martorella (critico e storico musicale)

16:30-17:00 Presentazione del vino „Oxidation” by Supernaturale
Presentazione e degustazione del vino realizzato dall’azienda Supernaturale in occasione dell’uscita del nuovo EP di Khalab

17:00-18:30 Dj set: Khalab plays Black Saint & Soul Note
19:00-20:00 Live show: Kidd Mojo & Veezo
20:30-21:30 Dj set: selezione by Luca Collepiccolo (Goodfellas)

Geschrieben von La Redazione