Inferno Store

ZERO hier: Si fa una cultura sul mondo del DIY.

Kontakte

Inferno Store Via Nomentana, 113
Roma

Zeitplan

  • lunedi 15–20
  • martedi 11–20
  • mercoledi 11–20
  • giovedi 11–20
  • venerdi 11–20
  • sabato 11–20
  • domenica chiuso

Bitte überprüfe immer deine Informationen

Geschrieben von Chiara Colli il 5 Januar 2018
Aggiornato il 20 April 2018

Il nome potrebbe portarvi, almeno parzialmente, fuori strada. Sì perché, fatto salvo il putiferio sonoro ospitato tra i vinili e le musicassette, a regnare, qui, sono solo le forze del bene. E non poteva essere altrimenti, considerando che Inferno Store ha preso l’eredità di uno dei pilastri della cultura Do It Yourself in Italia, lo storico Hellnation di Roberto Gagliardi, che qui per vent’anni (1997-2017) ha visto crescere e incrociarsi idee e generazioni diverse della scena punk hardcore (ma non solo) romana. Il senso di continuità e di familiarità non è dato solo dal giallo delle pareti e dalla disposizione degli scaffali (simili alla „precedente gestione“), ma soprattutto dall’attenzione all’underground e alle produzioni artistiche indipendenti in varie forme – musica ma anche fumetti, libri, accessori. L’attitudine è esattamente quella di Hellnation, seppur declinata in maniera personale dalle due anime che ora gestiscono Inferno: Claudia Acciarino, musicista e già socia dell’indimenticato DalVerme (RIP) e Martina Ronca, cantante punk e curatrice d’arte. Dal noise alle colonne sonore, dal punk alla musica sperimentale, la selezione dei vinili è decisamente mirata e accuratamente divisa per etichette, nell’ottica di valorizzare soprattutto ciò che di ottimo viene prodotto in Italia. Durante la settimana Inferno ospita anche showcase, presentazioni di libri e fumetti, mostre, party di ascolto, selezioni musicali e live painting, portando avanti la tradizione di spazio di condivisione e polo culturale aperto e dinamico.