Rubrica: Una cosa che mi manca

Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: il Plastic

La bellezza della notte e i suoi segreti.

von Ale Cane

Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: Masada

Un treno di musica in partenza dal binario 9 e 3/4.

von Jungle Giulia

Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: il SAM

La destinazione, il punto di arrivo, la tappa definitiva.

von @fabio.colt

Musik, Shows und Konzerte

Una cosa che mi manca: i concerti

Che tornino nelle case, nei parchi, negli spiazzi di periferia e di nuovo nelle cantine, negli stabili occupati, in ogni anfratto di resistenza.

von Filip J Cauz

Una cosa che mi manca di Roma: la Tangenziale Est

Sogni d'una notte di mezza quarantena, da realizzare quando il Coronavirus sarà un ricordo

von Hattori Hanzo

Essen

Una cosa che mi manca: andare in trattoria

Primo, secondo e contorno come stile di vita.

von Martina Di Iorio

Essen

Una cosa che mi manca: Peppuccio

L’oasi verde della Darsena tra lecca-lecca, sigarette e amari.

von Giada Biaggi

Kultur und Ausstellungen

Una cosa che mi manca di Roma: andare al cinema

Sogni d'una notte di mezza quarantena, da realizzare quando il Coronavirus sarà un ricordo.

von Flavia Ferrucci

Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: il Tunnel

Quel modo genuino di fare festa alternando un ballo, una bevuta e una sigaretta.

von Giulia Maza

Essen

Una cosa che mi manca di Roma: il San Calisto

Sogni d'una notte di mezza quarantena, da realizzare quando il Coronavirus sarà un ricordo.

von Hattori Hanzo

Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: l'Apollo

Succedono cose, si conosce gente e ci si sente bene.

von Petra Busatta

AD
Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: il Volt

Un'intima perla di design in cui ascoltare dj da folle oceaniche.

von Alessandro Jack Scavino

Essen

Una cosa che mi manca: il bar tour nei Navigli

Si stava meglio quando si stava al bar.

von Martina Di Iorio

Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: il clubbing

Memorie di un clubber in isolamento.

von Emanuele Zagor Treppiedi

Essen

Una cosa che ci manca: l'Osteria del Sole

Perché non c’è posto a Bologna che possa riassumere meglio il concetto di socialità.

von Gloria Scianna

Essen

Una cosa che mi manca: lo shakerato del Camparino

Il Duomo certe notti si tinge di rosso.

von Martina Di Iorio

Kultur und Ausstellungen

Una cosa che mi manca di Roma: Ponte Sisto

Sogni d'una notte di mezza quarantena, da realizzare quando il Coronavirus sarà un ricordo.

von Hattori Hanzo

Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: Discosizer

Una coreografia notturna semplice, essenziale ed essenzialmente significativa.

von Michelangelo Situation Redaelli

Una cosa che mi manca: seguire lo sport

Sogni d'una notte di mezza quarantena, da realizzare quando il Coronavirus sarà un ricordo.

von Roberto Contini

Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: l'Amnesia

Dai tre gradini che portano al dancefloor fino a sottocassa.

von Eric Fiorentino

Essen

Una cosa che mi manca di Roma: Alì Baba

Sogni d'una notte di mezza quarantena, da realizzare quando il Coronavirus sarà un ricordo.

von Hattori Hanzo

AD
Kultur und Ausstellungen

Una cosa che ci manca: la Cineteca

Fosse un film, saremmo tutti lì.

von Salvatore Papa

Essen

Una cosa che mi manca: mangiare cinese

Sogno di tornare presto a sentire il rumore di brodo succhiato.

von Martina Di Iorio

Essen

Una cosa che ci manca: il Pratello

La nostra città nella città.

von Simone Aiello

Essen

Una cosa che mi manca: Il mercato di Piazzale Cuoco

Miu Miu, scatolette di tonno e test-sentimentali in salsa vintage.

von Giada Biaggi

Essen, Nachtleben und Clubbing, Musik, Shows und Konzerte

Una cosa che ci manca: DLF e dintorni

Non vediamo l'ora di tornare ad attraversare il ponte di via Stalingrado.

von Guendalina Piselli

Kultur und Ausstellungen

Una cosa che mi manca di Roma: Parco Sangalli

Un ricovero sereno, dove torneremo a goderci il sole che cala addosso alle pietre dell'acquedotto costruito mille anni fa.

von Marina Zucchelli

Essen

Una cosa che mi manca: il bancone del Rita

La shakerata violenta, il Gin Zen, i discorsi insensati dei vicini.

von Martina Di Iorio

Essen, Nachtleben und Clubbing

Una cosa che mi manca: lavorare al bancone

Non vedo l’ora che finisca la quarantena, non vedo l’ora di servirvi un drink.

von Simone Muzza

Essen

Una cosa che mi manca di Roma: i supplì

Sogni d'una notte di mezza quarantena, da realizzare quando il Coronavirus sarà un ricordo.

von Tony Davèro

Essen

Una cosa che mi manca: il martedì al Ghe Pensi Mi

Stare distanti ora per tornare a stare più vicini domani.

von Martina Di Iorio

AD
Essen, Musik, Shows und Konzerte, Kultur und Ausstellungen

Una cosa che ci manca: via Mascarella

Chiacchierare con uno sconosciuto di filosofia dell’aperitivo e tante altre amenità.

von Salvatore Papa

Una cosa che mi manca: mangiarmi le unghie

Seppur grottesco, voglio tornare ad avere questa libertà.

von Lady D.

Essen

Una cosa che mi manca: il Bar Basso

Non vediamo l'ora di bere un Negroni Sbagliato sotto la luce al neon più famosa di Milano.

von Martina Di Iorio

Keep updated!
#spaßzuhabenistrichtig

By submitting this form, you agree to accept our Privacy Policy.