Wed 13.03 2019 – Sun 17.03 2019

Milano Digital Week

When

Wednesday 13 March 2019 – Sunday 17 March 2019

How much

€ n.p.

Contacts

Sito web

Bucarest, marzo 2016. Una cam model di 25 anni nella stanza della realtà virtuale presso lo Studio 20, prima di cominciare il turno di notte ----- In Romania l’industria della webcam per adulti, che ha recentemente raggiunto un fatturato annuo di oltre 1 miliardo di dollari, ha cominciato a crescere dal 2001 e ora può vantare in ogni grande città rumena centinaia di strutture che offrono a giovani modelle e modelli veloci connessioni internet, videocamere ad alta definizione e stanze ammobiliate in cui trasformarsi in amici o amanti virtuali per clienti per lo più nordamericani (ma anche europei e asiatici).

Foto di Lorenzo Maccotta

L’intelligenza urbana è la protagonista della Milano Digital week di quest’anno. La città è una piattaforma che coordina l’educazione, le centrali per la mobilità, gli ambiti che presiedono alla sicurezza, alla macchina produttiva e a quella dell’assistenza. Più di 500 incontri svilupperanno in ogni senso immaginabile questo tema, supportati da mostre e da una grande performance di 36 ore di web broadcasting, MILANO TRASMETTE MILANO a cura di ELITA in partnership con RADIO RAHEEM. Dallo studio temporaneamente situato in cima alla Torre Branca, una trasmissione ininterrotta da mezzogiorno di venerdì 15 fino a mezzanotte di sabato 16 marzo.
Giannino Malossi cura STARTS PROGRAMME: THE ART/TECHNOLOGY NEXUS, sull’iniziativa della Commissione Europea che sostiene la convergenza tra tecnologia e creatività artistica, in Triennale da mattina a sera sabato e domenica.

by Theo (Kate Aspinall)
http://bytheo.art/

Sempre in Triennale, ArtsFor insieme a mammafotogramma e al MUFOCO pporta il progetto Dollar Street. Il potere della visualizzazione dei dati per capire il mondo, dedicata al primo progetto al mondo di rappresentazione fotografica del data storytelling: le fotografie diventano dati, strumenti per capire la realtà dietro ai numeri, oltre gli stereotipi e i luoghi comuni. www.dollarstreet.org, ideato nel 2014 da Anna Rosling Rönnlund, cofondatrice di Gapminder Foundation, è una piattaforma aperta, in cui chiunque può caricare le fotografie e condividerle, partecipando attivamente al suo sviluppo. In Triennale prende per la prima volta la forma di una casa, dove attraverso un’esperienza immersiva è possibile vivere la quotidianità di chi si trova dall’altra parte del pianeta. Il Salone d’Onore accoglie l’installazione interattiva concepita dal collettivo Mammafotogramma.

Sketch di Ettore Tripodi dell’opera installativa di Mammafotogramma, Dollar Street, Triennale Milano, Milano Digital Week 2019

Tra i grandi relatori segnaliamo Carlo Sini, il 15 in Triennale con Uomo-Macchina-Automa alle 18:00, e Jerry Kaplan alla Fondazione Feltrinelli, guru della Silicon Valley che parla apertamente di disconnessione e invita a non sottovalutare affatto l’uso indiscriminato dei dati personali a opera di stati, banche e aziende.

A BASE invece apre INTERFACCE DEL PRESENTE, cura di Tiziana Gemin e Fabio Paris, mostra sui sistemi interattivi che consapevolmente o meno sovraintendono a molte delle operazioni del quotidiano. Salto evolutivo o distopia? La mostra ospita le opere di: Marco Cadioli, Alessandro Capozzo, Ursula Damm, Edwin van der Heide, Limiteazero, Macoto Murayama, Philipp Schmitt, Anna Titovets.

Written by La Redazione

Contenuto pubblicato su ZeroMilano - 2019-03-01