Beveria Monteverde

ZERO here: Mangia cresce di Urbino e spiedini

Contacts

Beveria Monteverde Via Francesco Bolognesi, 16
Roma

Time

  • lunedi 12–02
  • martedi 12–02
  • mercoledi 12–02
  • giovedi 12–02
  • venerdi 12–02
  • sabato 12–02
  • domenica chiuso

Please always check the reliability of the information provided.

Prices

Written by Martina Di Iorio il 2 September 2015
Aggiornato il 28 September 2015

C’è chi non vede l’ora di avere la maggiore età per fuggire da casa propria (con la macchina per una sera, con un aereo per espatriare alla ricerca di fortuna), chi invece aspetta a lungo per aprirsi un locale di fronte al proprio liceo. E con la mamma come socia. L’autore di questo gesto local – che per molti potrebbe anche apparire “estremo” – si chiama Giovanni Mirone, il liceo della sua adolescenza è il Manara e il locale in questione è la Beveria Monteverde, che ha aperto i battenti da pochi mesi. La cucina è veloce e creativa, con un menu articolato su tre piatti principali: la crescia di Urbino – una sorta di piadina realizzata con farina, uova, acqua, strutto, sale e pepe – su cui sono adagiati affettati, verdure e formaggi; gli hamburger e degli spiedini che combinano con piglio orientale carne (o pesce), frutta e verdura (ottimo, ad esempio, quello con manzo, sesamo ed ananas). Il menù è curato dallo chef Marco Milani e seguito sul campo da un altro cuoco, Massimo Gallina. Del bere se ne occupa invece il direttore del locale, Massimiliano Berlingieri, con un offerta che punta principalmente sulle birre artigianali – sia in bottiglia che alla spina – virando su numerose rivisitazioni dello spritz in zona aperitivo. Si mangia e si beve bene e si chiude anche tardi. Possiamo dire che valeva la pena aspettare.