In Bolognina nasce WAW, spazio dedicato alla creatività delle donne migranti

quartiere Bolognina

Written by La Redazione il 21 October 2021

WAW sta per Women A(r)t Work, progetto formativo dell’Associazione Terra Verde che mira all’integrazione nel mondo del lavoro e nella comunità di donne di origine straniera con fragilità economiche e sociali.  Dopo diversi mesi di preparazione, i prodotti realizzati dalle allieve artigiane inserite nel progetto saranno esposti e venduti nel nuovo Spazio WAW che inaugura sabato 23 ottobre, alle ore 16 in via della Beverara 125/h. Sarà una giornata di festa e convivialità, con momenti teatrali che coinvolgeranno grandi e piccini, in cui i manufatti, accompagnati da video e immagini, diventeranno veri e propri oggetti di scena.

L’obiettivo di WAW è quello di far nascere un’impresa artigianale al femminile in cui le donne realizzeranno e promuoveranno linee di manufatti sostenibili di qualità.

Durante le diverse fasi del progetto le allieve hanno appreso le tecniche di lavorazione della ceramica e di stampa manuale; successivamente, hanno creato i prototipi delle linee artigianali con la supervisione di esperti artigiani; infine, nella fase di simulazione d’impresa, hanno iniziato la produzione dei manufatti. Nel frattempo non sono mancate lezioni di marketing e comunicazione per promuovere l’attività.

«Accanto alla formazione tecnica» dichiara Erika Luciani presidente dell’Associazione Terra Verde «le donne hanno avuto un costante tutoraggio – individuale, di gruppo e di codocenza educativa – con l’obiettivo di supportarle a diversi livelli: per migliorare gli apprendimenti tecnici, implementare le competenze trasversali o per affrontare le problematiche personali di ciascuna allieva. L’artigianato, pratica socialmente riconosciuta in tutte le culture, si è rivelato strumento particolarmente adeguato al fine di far collaborare donne di nazionalità diversa nel rispetto delle abilità e dei tempi di apprendimento di ciascuna».

Spazio WAW ospiterà inoltre eventi, proiezioni, workshop, seminari a tema con l’ambizione di diventare un punto di riferimento per la comunità e per le donne in condizioni di disagio.

Il progetto è stato finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna come vincitore della seconda edizione del bando La cultura come strumento di integrazione: la parola alle donne e sostenuto anche dal Quartiere Navile.

Tutte le info sul sito www.associazioneterraverde.it