Le Guess Who? 2019: I primi nomi della line up

Dal 7 al 10 novembre torna il festival di Utrecht, una garanzia assoluta nel panorama degli appuntamenti musicali internazionali. Secondo annuncio con i primi nomi ufficiali della line up

Written by La Redazione il 22 May 2019

Le Guess Who? è una certezza nel panorama dei festival europei e internazionali, non solo dell’autunno ma di tutto l’anno. Line up che è sempre una garanzia e fonte di nuove, incredibili scoperte sonore, ma anche logistica che permette di conoscere gli angoli più belli di Utrecht grazie ai live, oltre cento, sparsi in varie location – dalle chiese del centro al massivo TivoliVredenburg.

I più impazienti avranno già memorizzato i nomi dei sei curatori dell’edizione 2019 (la tredicesima, dal 7 al 10 novembre) che andranno a comporre un cartellone in qualche modo idealmente immaginato per “filoni” – dalla musica del mondo alle sperimentazioni più ardite -, sempre orientati alla trasversalità e alla scoperta di nuovi/vecchi suoni, assieme alla parte di line up appannaggio del festival.

E quindi: una delle voci più belle e politicamente impegnate del Mali, la pioniera Fatoumata
Diawara;
la stilista olandese d’avanguardia Iris van Herpen, assieme al compagno e sound designer Salvador Breed; l’artista multidisciplinare e sperimentale norvegese Jenny Hval, e poi uno dei culti dell’avanguardia newyorchese, il compositore Patrick Higgins, il producer The Bug e il duo mistico-psichedelico Moon Duo.

Tutti i curatori si esibiranno in prima persona e questa è la prima tranche di nomi da loro scelti, ai quali si aggiungono quelli selezionati dal festival stesso (in grassetto trovate già i nomi che ZERO vi consiglia caldamente di non perdere):

CURATED BY MOON DUO
Bbymutha; Bridget Hayden; Idris Ackamoor & The Pyramids; Mary Lattimore; Michele Mercure; Moon Duo; Nivhek; Prana Crafter; Sonic Boom; TENGGER; Träd, Gräs och Stenar (Träden).

CURATED BY THE BUG
Caspar Brötzmann Massaker; Drew McDowall’s Time Machines; Earth; Godflesh; Jah Shaka Sound System; JK Flesh & Goth-Trad; Kevin Richard Martin & Hatis Noit; King Midas Sound; LOTTO; Mala; Mark Ernestus’ Ndagga Rhythm Force; Rabih Beaini; Robert Aiki Aubrey Lowe; Slikback; ZONAL feat. Moor Mother.

CURATED BY JENNY HVAL
DNA? AND?; Felicia Atkinson; Haco; Jenny Hval’s The Practice Of Love; Lasse Marhaug; Lolina; Lone Taxidermist presents BodyVice; Moon Relay; Oorutaichi; Richard Youngs; Sarah Davachi; Sofia Jernberg; Vilde Tuv; Vivian Wang; Zia Anger’s My First Film.

CURATED BY PATRICK HIGGINS
Conrad Tao; Leila Bordreuil; LEYA; Mariel Roberts; Miranda Cuckson; Stine Janvin; Tyondai Braxton; Vicky Chow.

GENERAL LINE UP
Acid Mothers Temple; Ahmed ag Kaedy; Angel Bat Dawid; Arp Frique presents IMPROVISED SUITES FOR ANALOG MACHINES; Asha Puthli; Ayalew Mesfin & Debo Band; Cate Le Bon; Deerhunter; DJINN; Doug Hream Blunt; Dur-Dur Band; Eiko Ishibashi; Faten Kanaan; Föllakzoid; Gruff Rhys; Gyedu-Blay Ambolley & His Sekondi Band; Joseph Shabason; Khana Bierbood; La Bruja de Texcoco; Lakha Khan; Lalalar; Los Pirañas; Makaya McCraven; Melissa Laveaux; Minyo Crusaders; Mohamed Lamouri; Mythic Sunship; Negativland; Nídia; Oiseaux-Tempête & Friends; Petbrick; Prison Religion; Surfbort; The Raincoats; Ustad Saami; Visible Cloaks, Yoshio Ojima & Satsuki Shibano; YĪN YĪN; Yves Jarvis.

Biglietti:
abbonamento € 123 (fino al 2 maggio), € 148 (costo finale)