Total Volume: ripartire dalla musica è sempre una buona idea

Al via un nuovo format dove clubbing e accoglienza si faranno forza a vicenda. Prima tappa il 23 maggio con il dj set in streaming di Claudio Coccoluto dall'hotel St. Regis di Roma

Written by La Redazione il 22 May 2020

Se dobbiamo immaginare dei luoghi in cui il silenzio di questi mesi di lockdown è stato tanto surreale quanto assordante, sicuramente ci vengono in mente posti come i club, i ristoranti, i bar o gli hotel. Di certo ci vorrà tempo prima che tutte queste realtà tornino a “suonare” come una volta, ma magari questo tempo può essere accorciato se ci si unisce per farsi forza e valorizzarsi a vicenda.

Da questa consapevolezza è nato il progetto Total Volume che vuole unire “hotellerie e intrattenimento, arte e turismo”. L’idea è quella di far incontrare musica, performance e cucina negli spazi più disparati di alcuni degli hotel più suggestivi d’Italia: dai foyer ai rooftop, dalle finestre fino ad arrivare anche alle camere vuote. Happening unici che saranno trasmessi in streaming sui canali social di Total Volume, facebook.com/totalvolumeproject e instagram.com/totalvolume_project, e anche su quelli di ZERO.

“Così nasce Total Volume, dall’esigenza di poter continuare a fare quello che sappiamo fare meglio: inventare esperienze. Un format itinerante che vuole valorizzare le professionalità del turismo e dell’ospitalità, fortemente penalizzate dalla situazione attuale e dalle norme restrittive per l’organizzazione di eventi”.

Si inizia il 23 maggio alle 12:00 con un dj set di Claudio Coccoluto nella suggestiva hall del St. Regis di Roma – hotel che, oltretutto, da poche settimane ospita anche la sede romana della Galleria Continua – e sarà accompagnato dall’esibizione della ballerina e coreografa Irma Di Paola. Il format si sposterà poi in Sicilia, Calabria, Toscana, farà ritorno a Roma e sono già in programma tappe a Vienna e Londra.