gio 16.05 2019

Riccardo Blumer

Dove

Triennale di Milano
Viale E. Alemagna 6, 20121 Milano

Quando

giovedì 16 maggio 2019
H 16:30

Quanto

free

Riccardo Blumer ha qualità da sovversivo: è consapevole, calmo, studioso e tenace.
Non gli interessa costruire mobiletti e preferisce dedicarsi all’esercizio, apparentemente ludico e inutile, di capire perché le cose avvengono e come avvengono.
Indaga e fa esperienza nei territori dove la materia ha dimensioni infinitesimali ma perfettamente organizzate in geometrie che chiamiamo, romanticamente, Natura.

Utilizza il corpo umano come misura della realtà. Peso, volume e movimento gli indicano la via quando progetta le sue ormai mitiche sedie e quando avvia i suoi studenti alla progettazione. Con loro ha costruito voliere, nuvole meccaniche, sedute fatte di alimenti, pareti mobili di sapone e scale dalle configurazioni quasi infinite.

Alla curiosità del suo sguardo non sfugge nulla, neppure sé stesso. Da circa vent’anni, infatti, si connette fisicamente alle sue radici elvetiche attraverso la ricerca di oggetti del quotidiano fabbricati, marchiati e
brevettati in Svizzera durante il secolo passato.

Questi ‘fabrikation suisse’ intrecciano non a caso il mondo contadino e quello dell’industria che, tra natura ed artificio, si frappone tra le necessità dei corpi umani, le disponibilità del corpo ambientale e la produzione seriale.
Sono oggetti belli, efficienti, essenziali, colti e, nella maggior parte dei casi, orgogliosamente (e pragmaticamente) brevettati.

Scritto da Alessia Musillo