lun 18.11 2019

Godspeed You! Black Emperor

Dove

Magazzini Generali
Via Pietrasanta 16, 20141 Milano

Chi

  • Godspeed You! Black Emperor

Quando

lunedì 18 novembre 2019
H 21:00

Quanto

€ 25 + d.p.

Contatti

Sito web

Organizzatore

Linecheck

Foto di Vitor Munhoz

0:00
0:00
  • Static

    Godspeed You! Black Emperor

  • The Dead Flag Blues

    Godspeed You! Black Emperor

  • East Hastings

    Godspeed You! Black Emperor

Courtesy of Spotify™

Quanti anni sono che ascoltiamo i Godspeed You! Black Emperor? Arrivarono prima ancora di Soulseek, spacciati dall’amico ricco che a casa aveva già una connessione ISDN e persino un masterizzatore cd. Niente di clamoroso, considerando le band i cui primi dischi li recuperammo da Pierangelo, il primo noleggio-cd di San Siro. Sono ancora in giro di questi tempi pure loro, qualcuno andrà a sentirli, ma farà un tuffo nel passato. Coi GY!BE no, l’anomalia sta lì: è mezza vita che li ascoltiamo, eppure suonano ancora come il presente. Tipo che quando sono arrivati ci hanno detto che era il post-rock, che il rock come lo conoscevamo era morto e adesso c’era questa cosa… che poi era rock. Tanto che del post-rock non si ricorda più nessuno, mentre i GY!BE sono ancora lì. Anzi, più vicini e concreti, persino fisicamente presenti.

Come l’ultimo “Luciferian Towers”, grosso e cadente come un edificio svuotato dai progressivi sfratti dei suoi inquilini. Sa di dolore, di porte e porti chiusi, di povertà e cuori pulsanti di vendetta e complicità. Sa del presente che appare travestito da passato, ma oggi l’ISDN non ce l’ha più nessuno, cominciano persino a fabbricare computer senza nemmeno il lettore cd, non serve più l’amico ricco a spacciarti la musica, ci pensa l’app a dirti cosa ascoltare. Sono passati anni e i GY!BE tornano, restano, spingono. Saranno anche tanti anni sono che li ascoltiamo, ma quel grido di rivolta forse non l’abbiamo ancora capito abbastanza. “Special opening show” di Linecheck, e per stavolta l’aggettivo “speciale” non è solo una questione formale.

Scritto da Filip J Cauz