ven 13.12 2019

Salaborsa compie 18 anni e regala il nuovo manifesto di Gianluigi Toccafondo

Dove

Biblioteca Salaborsa
Piazza del Nettuno 3, 00042 Bologna

Quando

venerdì 13 dicembre 2019
H 10:00

Quanto

free

Venerdì 13 dicembre Biblioteca Salaborsa compie 18 anni, diventa maggiorenne e festeggia con il manifesto celebrativo del compleanno che, anche quest’anno, verrà regalato al pubblico. Una tradizione questa a cui negli anni hanno partecipato con le loro opere artisti come Ericailcane, Blu, Beatrice Alemagna, Cuoghi Corsello, Paper Resistance, Wolfango e molti altri.

Il manifesto 2019 è dell’artista Gianluigi Toccafondo pittore, illustratore e cineasta. Dal 1989 Toccafondo realizza cortometraggi di animazione, sigle televisive, pubblicità e dal 1999 al 2011 è autore delle copertine di Fandango Libri. Tra le opere degli ultimi anni ricordiamo la partecipazione come aiuto regista di Matteo Garrone al film Gomorra (2008), la realizzazione dei titoli animati per il film Robin Hood di Ridley Scott (2010) e i manifesti realizzati per le stagioni d’opera e balletto del Teatro dell’Opera di Roma.

L’immagine verrà declinata anche in forma di segnalibro e venerdì mattina, a partire dalle 10, nella sala principale della biblioteca, chiunque potrà ritirare, fino ad esaurimento scorte, una copia gratuita del manifesto e del segnalibro.

La festa continuerà poi per tutta la giornata tra mercatini di Natale, letture e bibliografie speciali dedicate e più piccoli e, alle 20.30, un grande match di Pugilato Letterario ispirato all’opera di Umberto EcoIl nome della rosa. Ideato nel 2003 da Luca Lissoni il “Pugilato Letterario” è un modo divertente per trasformare le discussioni e le dispute letterarie in un momento di gioco ispirato appunto ai combattimenti di pugilato, in cui i protagonisti si affrontano sul ring, in un match in sei round regolato da un arbitro. A fronteggiarsi a colpi di retorica, Antonio Serra, fumettista e sceneggiatore per la Sergio Bonelli per Martin Mystère, Dylan Dog, Gregory Hunter, Greystorm, Sul pianeta perduto e Astromostri ma soprattutto grande lettore e infaticabile arringatore di folle, e Federico Baccomo Duchesne, avvocato diventato scrittore di romanzi come Studio illegale (Marsilio, 2009), La gente che sta bene (Marsilio, 2011), che hanno ispirato gli omonimi film con con Fabio Volo e Claudio Bisio, e Ma tu sei felice?(Solferino, 2019). A disciplinare i diversi round, arbitro d’eccezione per la serata è Cinzia Poli di Rai Radio2. Mentre a decretare il vincitore, sulla base di argomentazioni, dialettica, contenuti e incisività, il sarà il pubblico di Biblioteca Salaborsa. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Scritto da L.R.