gio 21.01 2021 – sab 29.05 2021

Matteo Nasini: Remote armonie

Dove

CUBO Centro Unipol BOlogna
Porta Europa, Bologna

Quando

giovedì 21 gennaio 2021 – sabato 29 maggio 2021

Quanto

free

Contatti

Sito web

Foto di Flavio Pescatori

L’artista presenta al pubblico una nuova serie di opere ispirata dalla possibilità di tradurre il movimento delle stelle della Via Lattea in suono, un percorso coinvolgente che guarda al cielo in cerca di risposte ad ancestrali domande e mira ad essere una spinta trainante per l’evoluzione del pensiero umano.
Accostandosi al tema della Musica delle Sfere, che in origine vedeva il pianeta Terra come centro immobile dell’intero universo, l’intero progetto intende minare la sua concezione antropocentrica ed inoltre enfatizzare l’isolamento del nostro pianeta rispetto al resto della galassia, con la speranza che le polifonie generate dalla sua ispezione dello spazio possano rendere l’umanità consapevole dell’arbitrarietà di tutte le divisioni che generano conflitti, producendo un sentimento di comunità universale e rivelando l’effettiva unione di tutta l’umanità nel medesimo viaggio verso l’ignoto.
 
Il progetto espositivo propone una selezione di lavori ottenuti da alcune delle molteplici applicazioni e traduzioni in campo artistico dei risultati dell’algoritmo: Mangiastelle assiale, un arazzo di grosse dimensioni realizzato a mano, Sidereo, una scultura sonora prodotta in parte artigianalmente e in parte con macchinari a controllo numerico e la sua trascrizione calligrafica eTranstamburo, un gruppo scultoreo in ceramica a stampa 3D. Opere rispondenti a tecniche e materiali usati fin dall’antichità ma realizzate attraverso le più recenti tecnologie contemporanee, concretizzazioni di lontane possibilità inespresse.

Orari

Lunedì 14:00 – 19:00
Martedì 09:30 – 23:30
Mercoledì 09:30 – 20:00
Giovedì 09:30 – 20:00
Venerdì 09:30 – 20:00
Sabato 09:30 – 14:30
Domenica Chiuso​​

Scritto da L.R.