mar 22.06 2021 – mer 30.06 2021

Opentour 2021: l'arte giovane in mostra

Dove

Bologna
Bologna

Quando

martedì 22 giugno 2021 – mercoledì 30 giugno 2021

Quanto

free

Anche la creatività è resistenza, o per usare una parola più attuale, resilienza: forse la forma più alta e compiuta. Lo è stata, e continua ad esserlo, per gli studenti e le studentesse dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, che non hanno potuto vivere a lungo l’esperienza dell’incontro nelle aule, dello scambio e della condivisione, del fare insieme, senza però mai fermarsi, continuando a coltivare idee e progettualità. Arriva simbolicamente ad estate appena iniziata l’Opentour 2021, che ogni anno apre le porte dell’Accademia alla città, mostrando al pubblico i frutti del lavoro di ricerca e produzione artistica degli allievi e delle allieve: un format inaugurato nel 2015 dall’ex Direttore dell’Accademia Enrico Fornaroli, che dal 22 al 30 giugno si articola in un ricco programma di mostre, incontri, performance, eventi che coinvolge vari luoghi.      Cuore della manifestazione è l’Accademia, con la grande mostra Opentour Exhibition, con i lavori degli studenti e studentesse degli ultimi anni dei Bienni e Trienni selezionati dai professori di indirizzo dei vari corsi: molti sono lavori di tesi che non si sono potute discutere in presenza, e che quindi vengono mostrati per la prima volta. La mostra ospita al suo interno la sezione Inside show che quest’anno si avvale della straordinaria collaborazione con Pier Luigi Tazzicritico e curatore di fama internazionale. Altri luoghi coinvolti sono la Pinacoteca Nazionale, Istituzione Bologna Musei | Collezioni Comunali d’Arte, Cassero LGBTI Center, eXtraBo e Museo d’Arte Contadina di Bentivoglio.

Ad aprire l’Opentour 2021 sarà il convegno sul restauro del Contemporaneo, ormai giunto alla sesta edizione, che quest’anno è dedicato al delicato tema della “Conservazione programmata”. Martedì 22 dalle 13.30 e mercoledì 23 dalle ore 9.00 l’Aula Magna dell’Accademia vedrà confrontarsi restauratori, storici dell’arte, funzionari pubblici e altri professionisti per fare il punto su una disciplina ancora troppo poco applicata in Italia e che dovrebbe invece stare alla base della tutela del nostro patrimonio.

Nella stessa giornata di martedì 22 inaugura, alle ore 19 a Villa Smeraldi – Museo della Civiltà Contadina del Comune di Bentivoglio Risonanze, mostra di studenti ed ex studenti del Biennio di Decorazione per l’Architettura: curata da Vanna Romualdi, Risonanze è il terzo momento espositivo di un ciclo di interventi dedicati alle forme e alle modalità di trasmissione del patrimonio culturale attraverso i linguaggi dell’arte contemporanea in dialogo con l’architettura e i suoi contesti. L’esposizione sarà ospitata anche da Istituzione Bologna Musei | Collezioni Comunali d’Arte di Palazzo d’Accursio, dove verrà inaugurata giovedì 24 giugno alle ore 17 rivelando gli interventi, tra Cappella Farnese, Sala 3, Sala 20 e Sala Boschereccia di Elham M. Aghili, Khorshid Pouyan, Rui Wang, Kun Zhao e Yanxi Zhou.

Mercoledì 23 giugno alle ore 20 il Cassero LGBTI+ Center ospiterà “Collezione d’amare. Capsule Collection s/s 21”, la performance-sfilata che vedrà in passerella 30 outfit beachwear, esito del concorso di idee “Creatività, etica e sostenibilità” indetto dalla Cooperativa sociale Siamo Qua con il laboratorio sartoriale del carcere della Dozza Gomito a Gomito e realizzati dagli studenti del Triennio di Fashion Design, sotto la direzione artistica della professoressa Rossella Piergallini.

Giovedì 24 giugno alle ore 11 all’Accademia l’apertura (ingresso su invito) dell’evento centrale dell’edizione 2021 di Opentour con Opentour Exhibition, con oltre un centinaio di opere, installazioni, progetti realizzati dai giovani artisti dell’Accademia. Importante novità è rappresentata dalla sezione Inside Show, che presenta una selezione di circa 50 opere, la cui curatela è stata affidata a Pier Luigi Tazzi, uno dei più importanti critici e curatori d’arte contemporanei: Tazzi ha lavorato fianco a fianco con gli studenti e le studentesse, trasformando il suo intervento in un prezioso momento di confronto, una sorta di workshop sulla dimensione curatoriale. La mostra rimarrà aperta fino al 30 giugno: a partire da venerdì 25 sarà possibile accedere su prenotazione al percorso di visita a cura delle studentesse e degli studenti del Dipartimento di Comunicazione e didattica dell’arte, per scoprire le opere esposte in mostra, ma pure la storia dell’Accademia.

Alle ore 18 di giovedì 24 giugno si svolgerà la cerimonia di assegnazione di Art Up, Premio della critica e dei collezionisti organizzato da Fondazione Zucchelli, giunto alla sua terza edizione. Saranno due i giovani artisti dell’Accademia – selezionati dalla giuria composta da Lorenzo Balbi, Direttore Artistico del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Gloria Bartoli, Vice Direttore Artistico di Arte Fiera e dal collezionista Marco Ghigi – premiati con il Premio della Critica, sostenuto da Banca Bologna, e il Premio dei Collezionisti, interamente sostenuto da un collezionista d’arte bolognese.

Venerdì 25 giugno nel Salone degli Incamminati della Pinacoteca Nazionale di Bologna alle ore 16.30 l’inaugurazione delle mostre EX4, a cura di Carmen Lorenzetti, con opere di Pierpaolo Campanini, Andrea Facco, Marco Neri, Alessandro Pessoli, Leonardo Pivi, ex allievi dell’Accademia e oggi artisti affermati, e di Clemente Fava. Incisioni, nella Sala Clementina.

Sabato 26 giugno alle ore 11 nell’Aula Magna dell’Accademia la cerimonia di premiazione dei vincitori delle borse di studio intitolate a Elisa Perrone, la brillante studentessa scomparsa prematuramente nel 2019, alla quale verrà intitolata l’Aula: sarà inaugurata anche l’opera Textus, posta nell’Aula 12 dell’Accademia in sua memoria. Alle ore 18 (con replica alle 19.30) il parcheggio interno dell’Accademia si trasformerà in un inedito catwalk per ospitare “A Black Narrative” a cura di Elisabetta Zanelli, performance/sfilata del Biennio di Fashion Design, una riflessione sui temi legati all’eredità culturale africana attraverso abiti che raccontano una visione trasversale delle mutazioni sociali e lanciano un ponte verso il futuro e la creazione di connessioni culturali.

Lunedì 28 giugno alle 11 ad eXtraBo la presentazione di Piccolo Atlante della valle. Visioni tra Savena e Idice, volume illustrato da sette giovani fumettisti dell’Accademia, con la curatela di Otto Gabos.  Nella stessa giornata, alle ore 17 all’Accademia è in programma “Inside & Outside”, presentazione dell’esito dell’esperienza formativa del Triennio di Fashion Design negli Atelier di Gomito a gomito della Casa Circondariale di Dozza.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito: per info e prenotazioni opentour@ababo.it.

Scritto da L.R.