gio 09.09 2021 – sab 11.09 2021

Maple Death in the Park

Dove

Frida nel Parco (ex I gelati sono buoni)
Via Irnerio 2/3, 40126 Bologna

Quando

giovedì 09 settembre 2021 – sabato 11 settembre 2021
H 20:00

Quanto

free

Contatti

Sito web

Holiday Inn (© Luna Vassarotti)

Dopo due stagioni estive di appuntamenti si intensifica la collaborazione tra Maple Death Records e Frida Sugarhill con il festival ‘Maple Death in the Park‘, una tre giorni di concerti suddivisa su due palchi, con live, djset e banchetti nello spazio estivo del chiosco Frida Nel Parco. La line-up prevede alcune delle migliori uscite di Maple Death nel 2021. Ci sarà l’anteprima mondiale del nuovo spettacolo di John Duncan e Stefano Pilia ‘Try Again’. L’artista sperimentatore americano, uno dei padrini del noise, e il chitarrista avant, presenteranno per la prima volta il loro disco collaborativo, un viaggio cinematico e industrial guidato dalla voce sciamanica di Duncan. Da Roma Est e dalla fertile scena del Fanfulla ci sara’ il synth-punk acido degli Holiday Inn e ci saranno i WOW con le loro canzoni notturne, sognanti e colme di tenebra. Da Londra ci saranno i Qlowski con la prima data Italiana del loro tour per l’esordio dark post-punk ‘Quale Futuro?’. Da Atene/Gotheborg ci sara’ la techno estatica dei Jerome, il duo formato da Annalisa Iembo e  Stella Mathioudakis che nel 2021 pubblicherà il proprio debutto. Da Milano ci sarà Everest Magma che ha appena pubblicato ‘Nuova Abduzione’ un viaggio ambient tropicale tra dub e ritmi campionati; da Bologna ci sara’ J.H. Guraj, il progetto di Dominique Vaccaro, autore di ‘Introspection / Migration’, uno dei migliori album di chitarra e avanguardia usciti nel 2020. Infine da Torino ci sarà il dub isolazionista dei SabaSaba, con una anteprima live del loro prossimo disco in uscita a fine 2021.

Durante i live si alterneranno in console molti dj vicini allo spirito di Maple Death: Carolina Martines (Undicesimacasa), Massimo Carozzi, Etta Simone e Andrea Pavanello (NEU RADIO) oltre al fondatore della label Jonathan Clancy.
Qui nella locandina il programma:

 

Scritto da La redazione