mer 19.01 2022 – gio 20.01 2022

Filarmonica della Scala

Dove

Teatro alla Scala
Via Filodrammatici 2, 20121 Milano

Quando

mercoledì 19 gennaio 2022 – giovedì 20 gennaio 2022
H 20:00

Quanto

€ 95

La prima e la prima. L’Ur-Geist (lo spirito primario) di quelli che sono stati due dei più grandi sinfonisti di tutti i tempi, Beethoven e Mahler. Il Maestro Chailly apre il nuovo anno con due dei compositori che ha più visitato in tutta la sua carriera. Un confronto quasi impossibile. Con personalità diverse ed esperienze musicali estremamente differenti, si avvicinano entrambi al sinfonismo attorno ai 30 anni, quasi a un secolo di distanza.

Se la sinfonia beethoveniana è fresca, incerta, quasi ingenua e musicalmente figlia ed emula della grande tradizione classica (ci sono passaggi in cui è quasi impossibile distinguerla da quelle di Haydn e Mozart, anche se ci sono già i primi bagliori della sua produzione futura soprattutto nel terzo movimento), quella di Mahler è un moloch strutturato e possente, frutto di un’orchestrazione estremamente complessa. Ma in mezzo ci sono stati Bruckner e soprattutto la nona del genio di Bonn. Se Bruckner è figlio di Schubert, Mahler è nipote dell’ultimo Beethoven. Un viaggio nel secolo della rivoluzione industriale, dai bagliori dell’illuminismo a quelli dell’era del positivismo, con tutti i suoi dubbi.

PROGRAMMA:

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 1 in do magg. Op. 21
Adagio molto – Allegro con brio
Andante cantabile con moto
Minuetto (Allegro molto e vivace)
Adagio – Allegro molto e vivace

Gustav Mahler
Sinfonia n. 1 in re magg. “Titan”
Langsam, schleppend
Kräftig bewegt, doch nicht zu schnell
Feierlich und gemessen, ohne zu schleppen
Stürmisch bewegt

Scritto da Alberto Bottalico