sab 16.04 2016

William Basinski

Dove

Sala Vanni
Piazza del Carmine 14, 50124 Firenze

Quando

sabato 16 aprile 2016
H 21:15

Quanto

€ 15 + d.p.

Un doppio culto. Il primo, nato nella New York underground a cavallo tra ’70 e ì80, dove le parole chiave erano no wave, CBGB e Paradise Garage. William Basinski ha iniziato a intrecciare la lezione minimalista di Steve Reich & co. con un’ambient ultra dilatata, morbosa e nostalgica, che diventerà il suo marchio di fabbrica e gli permetterà di collaborare nel decennio successivo con Diamanda Galas, l’allora sconosciuto Antony Hegarty e altri artisti off della Grande Mela. Il secondo culto nasce invece nel nuovo millennio grazie alla serie The Disintegration Loops, pubblicata tra il 2002 e il 2003, con la quale è riuscito a guadagnarsi la copertina del prestigioso The Wire e a trovare nuove schiere di adepti, altrettanto ammaliate dall’ultimo Cascade, licenziato lo scorso anno dalla sua etichetta 2062. Musica che si disfa, che si rompe continuamente. Frame sfaldati, suoni elegantissimi che si sgretolano fino al silenzio. E tutto ciò nella ripetizione di una manciata di note, reiterate in un moto infinitesimale che non conosce né paletti né coordinate. A molti anni dall’ultima performance a Milano, il fantasma Basinski riappare per presentare il nuovo spettacolo “A Shadow In Time”, in cui ci sarà anche una parte ispirata dalla memoria di David Bowie. Musica per affrontare l’esperienza dal vivo nella sua essenza più pura e incontaminata, magari già preparati a dovere dal suono lungo, disteso e avvolgente di Paul Beauchamp.

Scritto da Kyösti Våiniø