Curry

I migliori ristoranti etnici dell’Esquilino

L'Asia del Sud-Est unita a tavola

Scritto da Federico De Blasi il 6 aprile 2021

Se chiedete a un residente dove mangiare all’Esquilino, non stupitevi se avrà qualche difficoltà a suggerirvi un ristorante italiano. Non che non ce ne siano, ovviamente. Però il quartiere multietnico per antonomasia è gremito di ristoranti etnici, orientali in particolare. Se siete alla ricerca di sapori speziati e particolari quindi, siete nel posto giusto. Una guida del genere non può non partire da Sonia e dal suo Hang Zhou. “Food symbol” e “diva” del quartiere, è impossibile non notare le centinaia di foto sulle vetrate del suo ristorante ad angolo tra Principe Eugenio e Via Bixio. Una volta entrati poi, si potrebbero passare ore a osservare decine e decine di foto e tentare di riconoscere tutte le celebrità che hanno posato con lei. La cucina merita e per goderla al meglio è consigliata la prenotazione in una delle stanzette molto intime e raccolte nel corridoio verso i bagni. Se siete in fissa col cinese però, Sonia non è l’unica opzione. Hua Qiao, Sushi Jun, Ren e Kaiyue sono tutti nei paraggi di Piazza Vittorio. Per restare sul tema asiatici random, è imperdibile il vietnamita Pho su Via Merulana – Pho-nomenale a detta di molti, si perdoni la boutade banale – e Bi Won, il coreano di Via Conte Verde. Andando in india: Krishna 13 e Himalaya’s Kashmir, se volete mettervi comodi al tavolo, mentre Janta Fast Food per un pranzo economico e takeaway. Bonus track: Kathmandu di via Buonarroti. Camminando lì attorno avvertirete un odore invadente di curry che serpeggia tra le vie: seguitelo ed entrate nel ristorantino. Posto molto spartano, forse sconsigliato col caldo – mettono dei ventilatori che in qualche modo generano un effetto opposto – ma con un pollo al curry che, in effetti, merita sempre.

Keep updated!
#divertirsiègiusto

By submitting this form, you agree to accept our Privacy Policy.