Palme

Le più belle piazze dell’Esquilino

Dalla più grande di Roma alle minuscole e nascoste

Scritto da Federico De Blasi il 17 marzo 2021 Aggiornato il 6 aprile 2021

Le piazze dell’Esquilino scandiscono il ritmo del quartiere. Ce ne sono tante e quasi su tutte affaccia una chiesa. Partiamo dalla Piazza che presta il nome al quartiere, Piazza dell’Esquilino: più che per la bellezza, da qui si transita inevitabilmente per una passeggiata a Monti o per andare verso il Viminale. Basta voltare le spalle però e trionfa la facciata posteriore di Santa Maria Maggiore. Dall’altro lato invece c’è Piazza Santa Maria Maggiore, che ospita la facciata anteriore nonché ingresso della Basilica. Risalendo su Via Merulana poi, magari dopo una breve sosta alla Basilica di Santa Prassede, sulla sinistra si trova Piazza Vittorio, da poco restaurata con tanto di area bambini, campi da basket, tavoli da ping pong, postazione scacchi e la sempreverde colonia felina all’interno. Su Piazza Vittorio, per la cronaca, affaccia la Chiesa di Sant’Eusebio. Qualche metro più in là si trova Piazza Dante, anche lei risorta dopo anni di lavori e riaperta a inizio 2021, quasi si fosse creata una sorta di competizione tra le piazze del quartiere per riconsegnarsi agli abitanti più belle e impreziosite di prima. Atmosfera più tranquilla e raccolta rispetto all’imponenza di Piazza Vittorio, anche qui è presente una piccola area per i pargoli ed è l’ideale per una pausa pranzo tranquilla sotto al sole. Spostandosi sull’altro versante di Via Merulana, sorge la tanto piccola quanto romantica Piazza Iside, accanto alle rovine dell’omonima fontana. Anche lei negli ultimi mesi si è rifatta il look grazie agli interventi di Retake Roma. In ultimo, a suggellare questo legame tra Piazze e Chiese, c’è la Piazza di Santa Croce in Gerusalemme, dove naturalmente si poggia la Basilica che le dà il nome.

Keep updated!
#divertirsiègiusto

By submitting this form, you agree to accept our Privacy Policy.