Zero qui: coltiva una quiete fuori dal tempo

Foto di Alfonso Bussolin

Contatti

Giudecca, 194
Venezia

DA MODIFICARE
Gli orti e i chiostri del Redentore sorgono alle spalle della Chiesa del Santissimo Redentore, sull’isola La Giudecca, a Venezia, e sono gestiti dall’Ordine dei Frati Cappuccini. Gli orti del Redentore conservano l’estensione originaria: ricoprono un’area di circa un ettaro e sono suddivisi in aiuole, ognuna con le proprie coltivazioni. Vi si ritrovano viti e ulivi da cui i frati producono vino e olio, alberi da frutto come meli, peschi, fichi e ortaggi come carciofi, lattughe ed erbe aromatiche. Il nucleo originario dell’intero complessa è la piccola chiesa cinquecentesca di Santa Maria degli Angeli. Qui di fronte si trova un boschetto di ulivi (Olea europea), cinto su due lati da un muro di mattoni, decorato con piastrelle in cotto della Via Crucis. Un altro boschetto (molto più grande) adorna tutto il perimetro dell’isola. Esso è composto da esemplari, anche monumentali, di olmi, cipressi, lecci (Quercus ilex), allori (Laurus nobilis), robinie (Robinia pseudoacacia), bagolari (Celtis australis) e ligustri (Ligustrum vulgare). In questo boschetto ricco di specie vegetali, si trovano ancora una voliera, una terrazza che affaccia sulla laguna ed una piccola struttura dedicata alla Beata Vergine.