Biblioteca Nazionale Marciana

Zero qui: rimane estasiato.

Contatti

Biblioteca Nazionale Marciana Piazza San Marco (San Marco), 7
Venezia

Orari

  • lunedi 08–19
  • martedi 08–19
  • mercoledi 08–19
  • giovedi 08–19
  • venerdi 08–19
  • sabato 08–13:30
  • domenica chiuso

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Scritto da Alvise Bittente il 21 marzo 2019
Aggiornato il 28 marzo 2019

Da un’idea di Francesco Petrarca, voluta dal doge Andrea Gritti, affidata a Jacopo Sansovino, completata da Vincenzo Scamozzi, grazie alla pregiatissima e maestosa donazione del cardinal Bessarione, che proprio quest’anno festeggia il genetliaco dei 550 anni, la biblioteca Marciana col suo patrimonio libraio in continuo ampliamento di codici miniati, legature marchiate con il leone marciano e di manoscritti classici greci, latini e italiani, si impone in tutta la sua imperiale monumentalità in piazzetta San Marco proprio di fronte al Palazzo Ducale, nel palazzo cinquecentesco della Zecca, dove si entra in una reggia mozzafiato, dai soffitti baciati dalla mano celeste dei Veronese e Schiavone tra gli altri, in cui piano piano prende respiro il sapere atavico primordiale dell’umanità, che trascende da qualsiasi predisposizione individuale o ricerca specifica, per rapire il fruitore già entrato nella una vertigine di un vortice silente, in cui non si può fare altro che abbandonarsi a viverla in religioso et devoto rapimento, quasi estatico. Fuor dal mondo, anche dall’imperdibile planisferio/mappamondo di Fra Mauro.