Raboucer

Zero qui: Risorge con il Cuore.

Contatti

Raboucer Via Gian Giacomo Mora, 3
Milano

Orari

  • lunedi 18–02
  • martedi 18–02
  • mercoledi 18–02
  • giovedi 18–02
  • venerdi 18–02
  • sabato 18–02
  • domenica 18–02

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Alessandro Jack Scavino il 29 marzo 2019
Aggiornato il 17 settembre 2019

Si sono riaccesi i neon in via Gian Giacomo Mora, a pochi passi da Sant’Ambrogio e dalle colonne di San Lorenzo. Se siete come noi, quella via può suonare molto famigliare. Facciamo così: l’indizio comincia con un cuore e vent’anni di attività tra gin tonic, feste, biliardino e grandi chiacchierate in strada. La novità è che dalle ceneri del Bar Cuore firmato Corra è nato RABOUCER, primogenito di tre baristi provenienti da Mag e 1930.

Il locale è stato completamente ristrutturato in quattro mesi che hanno portato a nuove fondamenta, colorazioni, divani, tavoli, luci e sì…pure i temibili bagni. Il mood è elegante ma rilassato, il gioco di legno, neon e metallo rimanda alle origini del Cuore e alla tradizione di mixology dei nuovi proprietari, mentre la fresca drink list è una vera boccata d’aria per gli amanti della bevuta di gusto.

Il Raboucer è popolato da gente simpatica e aperta, con visi noti e nuovi arrivi da entrambi i lati del bancone. Una parte del piano superiore ospita quartetti jazz e dj set, lasciando il resto del grande spazio ai clienti, ora immersi in un open space in cui l’arredamento respira e la chiacchierata parte (come sempre) spontanea ma rilassata. Di sotto ci si diverte in vari spazi, tra nuovi tavoli, sgabelli e semi-salottini, senza dimenticare il grande potenziale della cucina (che sta per nascere). A questo punto i dubbi si staranno dissolvendo al fatidico nome: cusa l’è Raboucer? La risposta è semplice, prendi l’insegna storicamente metallica del bar cuore (in cui si andava a capo ogni tre lettere) e guardala dall’altro lato. Rab-Ouc-er. E il (buonissimo) drink è servito.

Contenuto pubblicato su ZeroMilano - 2019-04-16