Trattoria dalla Lina Orsolina

Zero qui: Lascia fare a lei.

Contatti

Trattoria dalla Lina Orsolina Via Galeazzo Alessi, 1
Milano

Orari

  • lunedi 1200–15 , 19–02
  • martedi 1200–15 , 19–02
  • mercoledi 1200–15 , 19–02
  • giovedi 1200–15 , 19–02
  • venerdi 1200–15 , 19–02
  • sabato 1200–15 , 19–02
  • domenica 1200–15 , 19–02

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Giacomo Zani il 6 novembre 2019
Aggiornato il 11 novembre 2019

Provate a immaginarvi il salotto di vostra nonna, ma più grande, con le stesse mattonelle 30×30 un po’ consumate e i tavoli di legno rovinati. Ecco, adesso visualizzate la cucina di vostra nonna e pensatela più ampia, più vecchia e incredibilmente più disordinata. Se mi state seguendo ora cominciate ad arredare il tutto con oggettistica varia ed eventuale, roba da mercatino delle pulci un po’ trash. Il tocco finale: chiudete gli occhi e udirete i più grandi classiconi della musica italiana anni 60 che (per fortuna) nessuno conosce più.

Ora che abbiamo ricreato la location posso raccontarvi com’è cenare alla Trattoria Dalla Lina Orsolina. Prenotare a volte è difficile perché lei non si fida molto di chi chiama, e ti fa mille domande su quanti siete e cosa volete. Se riuscite in quest’impresa non vi resta che attendere la fatidica sera con grande trepidazione (vestitevi bene, ché la Lina ci tiene).

Non pensate di trovare un menu, e neanche qualcosa di lontanamente paragonabile. La Lina si mette ai fornelli e cucina quello che ha, quello che le piace. Ed è qui che comincia l’esperienza. La Lina vi chiederà di aiutarla, di darle una mano. Potrete andare in cucina a prendere i piatti, portare i pentoloni di pasta sul tavolo, servire i bottiglioni di vino della casa, cantare assieme a lei le canzoni dei tempi che furono. A volte, per le occasioni speciali, si aggiunge una crostatina acquistata all’Esselunga.

Pensate che questo posto è stata la metà per riprese di film, shooting di grandi brand di moda, eventi privati, e via discorrendo. Un posto, leggendario, mitologico direi.

È un cena buona e prelibata? No, non esattamente. Ma sarà una serata all’insegna delle risate che difficilmente dimenticherete. Insomma, è un’esperienza che ogni appassionato di trattorie e del mondo culinario in generale deve necessariamente fare.
(Sconsigliato per coppie in cerca di romanticismo gourmet, critici culinari di alta gamma e persone che a tavola non sorridono).