Palazzo dei Congressi

Contatti

Palazzo dei Congressi Piazza John Kennedy, 1
Roma

Scritto da Martina Di Iorio il 29 ottobre 2015
Aggiornato il 9 novembre 2015

Il Palazzo dei Congressi è uno dei più celebri e rappresentativi esempi di architettura razionalista. Progettato dall’architetto Adalberto Libera e iniziato nel 1938, fu completato solo nel 1954 a causa degli eventi bellici che per diversi anni fermarono di fatto i lavori di costruzione.
Fu originariamente pensato come uno dei progetti più importanti della prevista esposizione universale di Roma del 1942, che infine non fu mai realizzata sempre a causa della guerra. In ragione della sua capacità e dei suoi ampi volumi liberi fu destinato anche a ospitare le gare di scherma ai Giochi Olimpici di Roma del 1960. Il progettista volle conferire all’edificio un aspetto improntato alla massima rappresentatività
coniugando le linee moderne ad un gusto generale classico, che ne fanno oggi un esempio di architettura ammirato in tutto il mondo. Oltre le vaste sale, uniche per la bellezza dei marmi che conservano al loro interno, il Palazzo è dotato di una spettacolare terrazza di 1085 mq, impreziosita da giardini pensili e da un teatro all’aperto completamente costruito in marmo di Carrara, dotato di un palcoscenico di 774 mq destinato a manifestazioni. Gli spazi del Palazzo dei Congressi sono arricchiti da opere d’arte appartenenti a importanti artisti italiani del ‘900. La struttura è oggi sede di prestigiosi eventi nazionali e internazionali.