Biblioteca della Fondazione Cini

Zero qui: sfoglia e studia

Contatti

Biblioteca della Fondazione Cini Isola di San Giorgio Maggiore, 1
Venezia

Bisogna dirlo: il fascino dei libri non è solo dovuto alle storie che raccontano o al sapere che dischiudono quando li studiamo; contribuisce alla magia anche l’atmosfera che si respira nei luoghi che li custodiscono. A Venezia, uno degli spazi più suggestivi in questo senso è la biblioteca della Fondazione Giorgio Cini nell’ex monastero dell’Isola di San Giorgio Maggiore, un complesso architettonico che fonda la sua placida bellezza sull’armoniosa continuità tra passato e presente. La Biblioteca barocca, edificata da Baldassare Longhena nel 1654-71 e ora adibita a sala di lettura, ha infatti ispirato Michele de Lucchi nel suo intervento (2005-2009) di riqualificazione degli spazi della Manica Lunga, il dormitorio cinquecentesco del monastero, costruito da Giovanni Buora. L’intervento ha trasformato il lungo salone e le celle attinenti in una biblioteca d’avanguardia, adatta ad accogliere le nutrite raccolte della fondazione, composte da oltre 300.000 volumi e da circa 800 testate periodiche e organizzate in diversi nuclei tematici: Storia dell’arte (la sezione più significativa, con più di 150.000 volumi), Storia di Venezia, Lettere e Teatro, Musica, Civiltà e spiritualità comparate. Notevole anche il fondo antico, composto da più di 3000 incunaboli e cinquecentine. La Manica Lunga è il cuore pulsante delle attività di ricerca della Fondazione Cini, che ha anche recentemente costituito sull’isola il Centro Internazionale di Studi della Civiltà Italiana “Vittore Branca”, un polo residenziale che permette a ricercatori italiani e stranieri di trascorrere periodi prolungati alla Fondazione.