Porta Furba

Zero qui: entra al Quadraro

Foto di Alberta Cuccia

Contatti

Porta Furba Via Tuscolana,
Roma

Realizzato a fine Cinquecento sotto il pontificato di Sisto V (Felice Peretti), l’arco prende forma nell’incrocio tra l’acquedotto Felice e la via Tuscolana, assumendo quasi il ruolo di “porta” verso il quartiere Tuscolano (e Quadraro in particolare). Un’opera realizzata in concomitanza con la costruzione del suddetto acquedotto (acquedotto Felice) per ovviare ai problemi di approvvigionamento d’acqua che affliggevano Roma in quel periodo. La costruzione di Porta Furba volle ricollegarsi stilisticamente alla scuola degli antichi architetti romani, che usavano creare arcate monumentali laddove gli acquedotti intersecavano il passaggio delle grandi vie consolari. Accanto alla porta si trova la fontana di Clemente XII.