I Salentini

Zero qui: Ha scoperto i salumi di mare

Contatti

I Salentini Via Solferino, 44
Milano

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 12:30–14:30 , 19:30–23:30
  • mercoledi 12:30–14:30 , 19:30–23:30
  • giovedi 12:30–14:30 , 19:30–23:30
  • venerdi 12:30–14:30 , 19:30–23:30
  • sabato 12:30–14:30 , 19:30–23:30
  • domenica 12:30–14:30 , 19:30–23:30

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Arrigo Razzini il 27 maggio 2015
Aggiornato il 15 giugno 2015

Spesso il problema con i ristoranti di cucina regionale è che molti gestori ti rifilano ricette e soprattutto ingredienti che poco hanno a che fare con quella regione. Te ne accorgi quando vai in quella zona d’Italia, e non ci rimani benissimo. Per quanto riguarda questo piccolo e intimo ristorante sorto dove una volta c’era la Galleria Lia Rumma, invece, è come se via Solferino 44 fosse una nuova località salentina. A cominciare dai proprietari, di Sannicola – entroterra a pochi chilometri da Gallipoli; passando per le materie prime, al 90 percento made in Salento e dall’arredamento; fino al menu, che come da tradizione spazia tra terra e mare. Abbiamo apprezzato l’insolita salumeria ittica – è talmente buona e piace talmente tanto che i pescatori di Gallipoli si sono stupiti da quanta se ne mangia a Milano; gamberi rossi crudi all’acqua di mare; minestra di cicorine selvatiche e maialino da latte; “la tajeddha”: riso, patate e cozze; polpo alla Pignata; tra i dolci spumone e pasticciotti. P.S. Non osate dubitare della nostra conoscenza della cucina salentina: non si limita alle classiche vacanze “alla milanese”, qui a Zero vantiamo ben due galatonesi doc.