Taverna della Trisa

Zero qui: Prenota il tavolo 20

Contatti

Taverna della Trisa Via F. Ferrucci, 1
Milano

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 12:30–14:30 , 20–22:30
  • mercoledi 12:30–14:30 , 20–22:30
  • giovedi 12:30–14:30 , 20–22:30
  • venerdi 12:30–14:30 , 20–22:30
  • sabato 12:30–14:30 , 20–22:30
  • domenica 12:30–14:30

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Arrigo Razzini il 27 maggio 2015
Aggiornato il 25 marzo 2019

Le guide gastronomiche più prestigiose l’hanno sempre snobbata, prova del fatto che la Trisa (in dialetto della val Rendena, la trisa è il mestolo di legno utilizzato per girare la polenta) è uno dei ristoranti migliori della città. Per le ricette storiche (e scritte in dialetto Trentino, provate a leggerle prima di passare alla traduzione, ne vale la pena) di Sergio Chesani, il proprietario di Arco di Trento, eseguite alla perfezione dallo chef – provate canederli, zuppe, salumi, selvaggina, pesce di lago, funghi, formaggi, tartufi: il menu cambia stagionalmente, com’è giusto che sia. Per l’ambiente intimo e romantico, con quella veranda fatta apposta per invitare a cena il partner dei vostri sogni (chiedete del tavolo 20 o del 21 se è una serata importante). Per il servizio di Giuliano, curato ma mai pressante. Una dritta: se volete spendere di meno, andateci a pranzo: con venti euro a testa farete un figurone.