Queen Makeda Gran Pub

Zero qui: beve birra col nastro.

Contatti

Queen Makeda Gran Pub Via di San Saba, 11
Roma

Orari

  • lunedi 12–15 , 18–02
  • martedi 12–15 , 18–02
  • mercoledi 12–15 , 18–02
  • giovedi 12–15 , 18–02
  • venerdi 12–15 , 18–02
  • sabato 18–02
  • domenica 18–02

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Arrigo Razzini il 27 maggio 2015
Aggiornato il 13 luglio 2017

Il mito della regina Makeda risale alla notte dei tempi: con questo nome si indicava genericamente la sovrana del regno di Saba – più o meno l’attuale Yemen – e la Makeda più conosciuta è quella che, come riporta l’Antico Testamento, fece visita a Re Salomone portando doni e ricchezze – nella versione etiope del racconto i due ebbero anche un figlio, il mitico Menelik I. La questione da tenere a mente per il Meakeda romano è l’abbondanza e il surplus di beni commestibili. In primis le birre artigianali, con 40 vie attive che ci vuole un quarto d’ora almeno per incrociare i dati tra birrifici e tipi di birra per fare la propria scelta. Poi c’è il cibo, che viene da una cucina a vista molto grande. Opzione kaiten: un nastro trasportante d’ispirazione giapponese dove scorrono assaggi dai due ai sette euro. Opzione consigliata: tavolo e menu. Cucina da vari capi del Mondo, dai burger agli yakitori, dai fritti al wok. Curioso il menù nordico “Smørrebrød” – pane di segale scuro con pesce o affettati – e quello dedicato alle uova per il burnch (sabato e domenica). Le birre sono tantissime e sono divise in queste sezioni: “Lager/Weizen”, “Blanche/Saison”, “Lambic/Sour Ale”, “Bitter e Pale Ale”, “Ipa/Apa”, “Belgian Ale”, “Barley Wine”, “Stout/Porter” e un’ultima sezione “sperimentale” dedicata alle birre più ardimentose. Tra i birrifici sono molti gli italiani: Baladin, Birrone, Birrificio di Cagliari, Birrificio del Ducato, Free Lions, Arribal, Lariano e la beer firm Malarazza che ha curato la birra della casa, una bitter ale con luppoli americani, bucce d’arancia e bergamotto.