Brylla

Zero qui: si leva la sete e placa la fame (cit.)

Contatti

Brylla Via Chiana, 77
Roma

Orari

  • lunedi 12:30–15 , 18:30–00
  • martedi 12:30–15 , 18:30–00
  • mercoledi 12:30–15 , 18:30–00
  • giovedi 12:30–15 , 18:30–00
  • venerdi 12:30–15 , 18:30–00
  • sabato 12:30–15 , 18:30–00
  • domenica chiuso

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Alberto Asquini il 9 giugno 2017
Aggiornato il 19 giugno 2017

I banconi alla spagnola, quelli con la vetrinetta dove ci sono gli assaggi di cibo da poter ordinare, sono una delle cose che più invidio alla cultura gastronomica iberica, sia per il tipo di oggetto che per quello che è possibile ordinare. Felicità immensa, quindi, trovarne un bell’esempio proprio a Roma. Merito di Marcella Capaldo, che di Brylla è la mentore. Brylla nasce sì dalla passione per il cibo, ma, soprattutto, da quella per il vino. Marcella suddivide le sue bottiglie in tre categorie principali: “Vini Scacciapensieri, diretti e semplici, ideali per rilassarsi e liberare la mente; “Comfort Wines” più avvolgenti e perché no? Anche lussuosi, perfetti per una situazione familiare e rilassante; I Vini Riflessivi, complessi, intriganti da bere quando ci si vuol cimentare in un’esperienza più impegnativa e affascinante”. Di ognuno – tranne che per le bollicine, per ovvi motivi – è possibile chiedere un assaggio, un calice, mezza bottiglia o la bottiglia intera, a seconda della quantità e del prezzo desiderati, grazie a un sistema particolare di conservazione che permette di mantenerne intatta la fragranza. Dal punto di vista del portafogli, è quindi possibile ordinare degli assaggi anche a partire da soli € 2. Tornando a parlare di cucina, da lì arrivano taglieri di salumi e formaggi, paté di foie gras, terrine di oca, piatti cotti al momento con il Josper – forno compatto di origine spagnola che prevede l’utilizzo della brace al posto di gas o energia elettrica – o ancora prodotti di mare in scatola da Spagna, Portogallo e Italia: Calamaretti al nero, cozze alla scapece, pulpo alla gallega dell’azienda Ramon Peña o il baccalà al pomodoro dell’azienda Los Peperetes. Sono molto attivi anche su assaggi e degustazioni, per cui teneteli d’occhio sui loro social per conoscere il calendario delle iniziative.