A Bologna il primo concerto in Italia senza restrizioni con Cosmo

Scritto da La Redazione il 13 luglio 2021

Foto di Musicorner

Proprio come una volta: posti in piedi, niente distanziamento, niente mascherina e balli sfrenati. Dopo più di 18 mesi sarà Bologna a ospitare il primo concerto  “normale” dall’inizio del Covid e sarà un gran concerto, con Cosmo che presenterà il suo ultimo La terza estate dell’amore. Segnatevi le date: 1 e 2 ottobre 2021 all’Arena Parco Nord, sotto un grande tendone circense aperto ai lati in modo da garantire la naturale circolazione dell’aria. L’accesso sarà consentito con green pass o con tampone negativo eseguito nelle 48 ore precedenti.

“Perché Bologna? – scrive Cosmo – Perché è da sempre avanguardia nella cultura underground e perché è facilmente raggiungibile un po’ da ovunque”.

“Sono emozionato – dice Emiliano Colastanti di 42 Records -, perché stiamo facendo una cosa grossa grossa. Parliamo tanto di ripartenza del settore musica, ma la ripartenza vera avverrà quando si potrà tornare a vivere la musica dal vivo nel modo in cui l’abbiamo sempre vissuta. Non tutti i generi sono fatti per essere ascoltati da seduti. Dopo più di un anno di blocco crediamo sia giusto trovare delle soluzioni: in tutta Europa sono stati fatti degli esperimenti e sono andati a buon fine. Negli Stati Uniti sono ricominciati i concerti senza restrizioni mentre qui non è stato fatto ancora nulla. Intanto però nei treni regionali si viaggia tutti ammassati, come se il problema fosse la musica in se e non il contagio. Quindi abbiamo scelto una città (Bologna), un tendone da circo aperto ai lati piazzato al centro dell’arena parco Nord, delle modalità di ingresso con pass vaccinale e tamponi rapidi e acquisto dei biglietti solo in prevendita. Abbiamo deciso anche che rimborseremo il costo dei biglietti se il concerto non si potrà fare o se qualcuno verrà trovato positivo bei giorni precedenti allo show. No voucher, no cazzate”.

I biglietti saranno in prevendita su Dice a partire da mercoledì 14 luglio 2021.