Clubbing: il meglio del 2016 a Roma raccontato dai collaboratori di Zero

Un anno di clubbing a Roma, raccontato da chi la notte la vive.

Scritto da La Redazione il 20 dicembre 2016
Aggiornato il 9 gennaio 2017

I nostri fidati collaboratori sono le persone che ci aiutano a raccontare la città attraverso gli eventi. Osservano, parlano, ballano, cantano, bevono, sudano e soprattutto scrivono di quello che gli piace. Grazie a loro riusciamo ad essere dappertutto. Per la fine di quest’anno abbiamo chiesto loro di dirci quali sono gli eventi dove si sono divertiti di più. Perché le ore che si trascorrono nei club aspettando che fuori sorga l’alba, non sono mai ore perse.

Alberto Asquini

15541393_388271211521936_4603063472092493224_n Anni in numero di 28 e rotti, snowflake, provenienza: ambient-isolationism-vol.4-nord-est, [nel presente e nel passato] in varia forma suddito per Ondarock, Il Fatto Quotidiano, Vice. Agitatore-ombra, passivo-aggressivo, fondamentalmente hater. facebook.com/45540135N1318950E
 

 


 

Fabrizio Melchionna

melchionna28 anni anni spesi in pane, musica e tutte le sue mille sfaccettature. Partito con Frigopop, passando per Rockit e DSLO, fino a Zero. In sostanza, se non c’è musica non mi muovo.

 

 


 

Livio Ghilardi

zomato_profile_crop_20160620_165121 (1)Cresciuto nel sud-est barese, vive a Roma per colpa di Verdone e Venditti. Giurista per caso, scrive di musica e cultura pop per Dance Like Shaquille O’Neal e Zero. twitter.com/livioghilardi
 

 

 


 

Lorenza Ambrosi

ambrosiClasse ’90, nata a Roma e cresciuta nella foresta, una laurea in giurisprudenza “riciclata” in beni culturali: le linee rette non sono il mio mestiere. Dal centro delle cose, scrive di musica a km0. facebook.com/lorenza.ambrosi.1

 

 


 

Manuela Maiuri

IMG_9323Oggi provo a fare l’insegnante (seria!), di Storia e pure di Francese. In passato ho mescolato carte tra la produzione televisiva e cinematografica e qualche redazione. Ho pure sguazzato nel managing clubbarolo della musica notturna, ma la passione per il cazzeggio dello script è rimasta. Scrivo per Zero e Ziguline e mi piace ancora un casino! facebook.com/manuela.maiuri

 

 


 

Marco Caizzi

caizzi Romano, classe 1982, suona con i Rainbow Island, conia neologismi, è esperto e appassionato di videogiochi, elettronica, Sonic Youth e afro-phuturismo. Di tutto questo scrive anche su Giocagiuè, Prismo e Bastonate. Dal 2016 fa parte del collettivo Distant Future. distantfuture.org
 

 


 

Valerio Stefanori

stefanoriTifo AS Roma, Emil Cioran e i Pavement. facebook.com/valeriofearsatan